Aiuti a famiglie e natalità, Ciarambino: Primo passo, ora aspettiamo legge

33
in foto Valeria Ciarambino (fonte foto Imagoeconomica)

«Apprendo con plauso della decisione della Giunta regionale di approvare un primo blocco di iniziative a sostegno della famiglia e della natalità, soprattutto dopo l’ok unanime del Consiglio alla mia mozione che chiedeva al governo regionale di intervenire al più presto su un problema che affligge prepotentemente il nostro Paese e la stessa Campania – annuncia Valeria Ciarambino, Vicepresidente del Consiglio regionale e componente del Gruppo Misto – La nostra regione presenta una denatalità più alta della media nazionale, 1000 nuovi nati in meno ogni anno, è dunque più che mai necessario che la Campania si doti in tempi rapidi di strumenti idonei per il contrasto alla denatalità e che si arrivi velocemente all’approvazione di una legge per rendere strutturali questi interventi. Ad oggi l’unica proposta è quella da me presentata che prevede, tra l’altro, l’istituzione di un assegno nascita, l’introduzione del “Fattore famiglia”, un indice aggiuntivo da affiancare all’Isee per l’attribuzione di benefici e contributi alle famiglie, un sostegno economico per le rette degli asili nido, ma anche il recupero del gap enorme sui servizi di welfare per la famiglia e interventi per l’occupazione femminile, anche grazie alla creazione di strumenti di conciliazione famiglia-lavoro – conclude Ciarambino – Ora spero vivamente che si organizzino gli Stati generali della natalità in Campania, per mettere intorno a un tavolo tutti gli esperti e mantenere alta l’attenzione su questo grave problema che rischia di minare seriamente il welfare nazionale».