Al Dipartimento di Agraria della Federico II l’ex discarica San Giuseppiello sequestrata ai clan

29

La ex discarica di San Giuseppiello, nel giuglianese, in provincia di Napoli, verso l’affidamento all’Università Federico II. Il terreno, usato per anni da un clan locale come discarica abusiva di fanghi da lavorazione industriale, è stato risanato mediante una complessa attività di fitorisanamento finalizzata a eliminare dal suolo o neutralizzare i residui tossici, tra cui cadmio e cromo. Il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli ha potuto realizzare l’intervento grazie a un incarico del Commissario per le bonifiche dell’area vasta di Giugliano successivamente confermato dall’Amministratore giudiziario del fondo sequestrato alla camorra. Giunti poche settimane fa alla confisca, è stato effettuato un sopralluogo congiunto con l’Agenzia dei beni confiscati in vista di un possibile affidamento definitivo del sito all’Università partenopea. Scopo principale della scelta del Dipartimento di Agraria come affidatario è la formazione di studenti e scienziati sulle tecniche di risanamento ambientale con metodinaturali (il fitorisanamento, ndr), con la creazione in loco di un laboratorio didattico che contribuisca a diffondere una buona pratica: la bonifica di terreni inquinati con spesa limitata e senza trasporti e sbancamenti onerosi sia finanziariamente sia per l’ambiente stesso. Al sopralluogo hanno preso parte l’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti, Filippo Romano, la dirigente della sede napoletana dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Daniela Lombardi, il colonello Angelo Marciano, comandante del Gruppo carabinieri forestale di Napoli, l’assessora all’ambiente del Comune di Giugliano Tonia Limatola, l’ingegnere Marco Mei della direzione regionale vigili del fuoco-Napoli, l’avvocato Gaetano Mirabella amministratore giudiziario del bene, e il professor Massimo Fagnano del Dipartimento di Agraria della Federico II. Presente anche Mario de Biase, già commissario di Governo per la bonifica dell’area vasta di Giugliano.