Al Giffoni Film Festival Nina e il cielo, il corto della Scuola di Cinema dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

78
in foto una scena di "Nina e il cielo"

“Nina e il Cielo” ultimo lavoro della Scuola di Cinema dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, tratto da un’idea di Ester Gatta e prodotto da Eduardo Angeloni per An.Tra.Cine Film Industry in partnership con l’Accademia di Belle Arti di Napoli insieme a Esga Trading, approda a Giffoni Film Festival 2020. Il cortometraggio opera prima di finzione a firma della giovane allieva Erica De Lisio, giurata al Giffoni Film Festival dai generator +13 fino ai +18, passando poi per 3 anni alla Masterclass diretta da Francesco Alò e la sceneggiatura di Giovanna De Luca, verrà proiettato il prossimo 29 agosto alle ore 19,30 nella Sala Verde della Multimedia Valley, nella sezione Masterclass Cult a Giffoni. Il progetto descrive le crisi esistenziali di due realtà adolescenziali “al femminile” apparentemente distanti, ma invece molto vicine: quella di Carlotta (Giorgia Agata) , la cui madre Matilde interpretata da Ester Gatta è un’esperta biologa molto dedita alla famiglia, donna severa ed intransigente nella vita quotidiana, e quella di Nina (Elena Foresta) la cui mamma, Ambra, impersonata da Giovanna Rei, una collezionista d’arte dal temperamento alquanto esuberante, conduce una vita sregolata, tra festini e vernissage. L’incontro tra le due ragazze “dalla porta accanto” e l’amicizia spontanea che nasce tra di loro, comporterà il raggiungimento di uno status di sano equilibrio per entrambe e per le loro famiglie. Nel cast, come interpreti maschili, figurano Emilio Vacca e Nando Morra. Il film “breve” è stato girato interamente a Napoli, tra location interne nel cuore della città ed esterne quali il suggestivo sito di San Martino.