Alberghi e strutture ricettive, Regione proroga la classificazione

36

Su proposta dell’assessore alla Semplificazione e al turismo, Felice Casucci, la giunta regionale ha stabilito che la classificazione delle strutture ricettive alberghiere produce effetti fino alla cessazione dello stato di emergenza da Covid-19.I provvedimenti di autorizzazione in scadenza possono considerarsi validi sino fino alla cessazione dello stato di emergenza da Covid-19.Sulla base delle nuove disposizioni in materia di emergenza, la giunta valuterà l’adozione di ulteriori misure. “La nostra intenzione – ha detto Casucci – è di semplificare le procedure e gli oneri a carico degli operatori del settore e delle amministrazioni comunali, senza per questo venire meno alla esigenza di garantire un’offerta ricettiva qualificata. Al di là di misure di carattere contingente, necessarie per fronteggiare l’evoluzione dello stato di emergenza, stiamo lavorando per rafforzare l’azione di programmazione regionale e di semplificazione normativa e per definire le azioni volte al rafforzamento, alla crescita e al rilancio del sistema turistico regionale”.La proroga servirà, di concerto con le categorie interessate e gli enti locali, per aggiornare la normativa di riferimento e per giungere a un sistema di classificazione delle strutture alberghiere e all’aria aperta che sia attualizzato e finalizzato ad affiancare il territorio nella predisposizione di strumenti di verifica e controllo di attività che costituiscono oggi più che mai il biglietto di presentazione della regione Campania dal punto di vista della sicurezza e della qualità del sistema di accoglienza dell’intero comparto.

In foto Felice Casucci