Albergo dei Poveri, serata del Kodokan Napoli per ‘rispolverare’ la storia del monumentale palazzo degli ultimi

123
in foto l'Albergo dei Poveri. La riqualificazione del monumento è tra gli interventi previsti dal Recovery Plan

Nella magnifica cornice architettonica del cortile interno del Real Albergo dei Poveri, col patrocinio del Comune di Napoli, alla presenza, tra gli altri del Prefetto, del Sindaco, del Procuratore della Repubblica per i minorenni, dell’Arcivescovo di Napoli, il Kodokan Napoli organizza “Real Albergo dei Poveri – Ieri, oggi e domani”, serata all’insegna della memoria, dell’identità cittadina e della Storia dedicata al monumentale palazzo napoletano che Carlo e Maria Amalia di Borbone pensarono, alla metà del Settecento, per offrire ricovero agli “ultimi” della capitale del Regno.
La struttura, progettata dall’architetto toscano Ferdinando Fuga e dai suoi collaboratori napoletani, gli architetti Tagliacozzi Canale e Pollio ha costituito, per secoli, il luogo della reclusione ma allo stesso tempo della formazione di migliaia di giovani ragazze e ragazzi cui venne data una seconda occasione.
Non solo Albergo dei Poveri, Reclusorio e poi Serraglio ma anche contenitore con Scuole di formazione professionale e Botteghe artigianali di avviamento al lavoro.
Un luogo in cui si insegnò tanto il “ricamo con filo d’oro” quanto l’arte della fusione dei metalli, della lavorazione del ferro e del legno, dell’incisione, del corallo, della musica e del canto. Ed infine, riprendendo gli spazi dell’antica lavanderia dell’Albergo che serviva gli ospiti del Real Albergo, fu creata, nel 1949, la prima lavanderia industriale d’Italia, l’American Laundry, di Rosa Lahara e Carmela Lahara in Buonafede con i loro eredi fino al 1980.
Il cortile dell’Albergo ospiterà un percorso sensoriale rappresentato dalle fotografie di Giancarlo De Luca e da un’installazione artistica di Sight 1, uno Spin off di docenti e artisti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, che ha curato anche la scenografia del palco per la serata interverranno, nel percorso della narrazione storica curata da Filomena Nocera e Gianluca Punzo, l’architetto Francesca Brancaccio, il fotografo Giancarlo De Luca, e, con proposte per il futuro del Real Albergo dei Poveri, il presidente dell’Associazione “Con i Bambini” Marco Rossi Doria e l’assessore all’Urbanistica professoressa Laura Lieto.