Alberto Marra presidente degli Young Internists of Europe

17
In foto Alberto Marra

Laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Medicina Interna con lode presso l’Ateneo federiciano dal 3 settembre 2018 Alberto Marra è stato eletto Chairman degli Young Internists della European Federation of Internal Medicina, primo italiano in 14 anni di storia, la più importante società scientifica di Medicina Interna europea, della quale fanno parte 35 società nazionali di medicina interna e che comprende 300000 internisti da tutta Europa.
Sin dai primi anni della sua carriera ha sempre cercato di combinare attivitá clinica e di ricerca, sotto la guida dei suoi maestri, i professori Antonio Cittadini e Luigi Saccá. Ha partecipato all’implementazione del Registro multicentrico nazionale T.O.S.CA., incentrato sullo studio degli assetti ormonali nell’Insufficienza Cardiaca Cronica, il cui Direttore e coordinatore è Antonio Cittadini, docente dell’Ateneo federiciano.
Dal 2013 Marra si è trasferito presso il Centre for Pulmonary Hypertension della Ruprecht-Karls University di Heidelberg, per iniziare un percorso formativo scientifico e clinico nel campo dell’Ipertensione polmonare e scompenso cardiaco sotto la guida del professore Ekkehard Grünig, uno dei massimi esperti mondiali sul tema. Attualmente ricopre, presso la prestigiosa istituzione accademica tedesca, il ruolo di Research Associate and Attending Physician, mantenendo proficue e costanti collaborazioni scientifiche con il nostro Ateneo. Nel 2013 viene eletto dal board nazionale dei Giovani Internisti Italiani della Societá Italiana di Medicina Interna (SIMI) come rappresentante italiano presso la “Young Internists´ Assembly” della “European Federation of Internal Medicine (EFIM)”, la piú importante Societá Scientifica di Medicina Interna d’Europa.
Nel corso degli ultimi anni si è occupato dell’implementazione del programma di scambio formativo per giovani ricercatori “EFIM-Exchange Program”; della realizzazione della “European School of Internal Medicine” svoltasi in Italia dal 2013 al 2016; della creazione della rivista “European Journal of Case Report of Internal Medicine” di cui è attualmente Associate Editor. E’ stato, inoltre, uno dei promotori ed é attualmente Chairman del working group “Internal Medicine Assessment of Gender differences in Europe”, iniziativa scientifica in merito a tematiche di medicina di Genere.