Alfabetizzazione mediatica: 250mila euro per progetti pilota

46


La Commissione europea ha pubblicato un bando per progetti pilota sull’alfabetizzazione mediatica con l’obiettivo di migliorare il pensiero critico verso i media da parte dei cittadini di tutte le età e mettere alla prova la fattibilità e l’utilità di azioni di questo tipo.

Il pensiero critico comprende diverse competenze, tra le quali la capacità di distinguere le informazioni dalla propaganda, di smontare e analizzare l’informazione dei media e di interagire con i social media in modo consapevole.

I progetti finanziabili
Una proposta progettuale dovrà  presentare un mix armonico di strumenti e attività tesi a realizzare l’obiettivo del bando come ad esempio la creazione di materiale multilingue on-line e di strumenti interattivi per migliorare la capacità dei cittadini di acquisire una comprensione critica dei media e di interagire con essi; la sensibilizzazione e la diffusione efficiente dei materiali creati dal progetto o di altri materiali adattei agli stessi scopi, in particolare attraverso reti che possono fungere da moltiplicatori; diffusione efficiente delle migliori pratiche, per esempio attraverso conferenze, workshop,  piattaforme on-line o programmi di formazione; campagne sui social media tese ad aiutare i cittadini ad interagire in modo consapevole con i nuovi media; altre attività innovative rilevanti che possano sviluppare la capacità dei cittadini di distinguere le informazioni dalla propaganda e di decostruire l’informazione dei media o altre capacità relative al pensiero critico verso i media.

Destinatari delle misure
I gruppi target destinatari delle misure dei progetti sono tutte le categorie di cittadini, di tutte le età salvo target specifici più ristretti quali le minoranze, le persone con basse competenze o quelle a rischio di essere socialmente emarginate.
La durata prevista dei progetti dovrebbe essere di 12 mesi.

Risorse e contributi
Il budget disponibile per il bando ammonta a 250mila euro. Il contributo massimo per progetto è di 125mila euro: con le risorse disponibili saranno quindi finanziati al massimo 2 progetti. Il tasso massimo di cofinanziamento è pari al 75 per cento delle spese ammissibili.

Chi può presentare progetti
Una proposta progettuale – che può essere presentata anche da un proponente da solo (senza partner) – deve coprire almeno 5 Stati membri, e almeno 3 lingue ufficiali dell’Ue.
Il proponente (ed i suoi eventuali partner) devono essere soggetti in possesso della personalità giuridica con sede nell’Ue.

Aree geografiche coinvolte
I paesi interessati dal bando sono quelli dell’Ue a 28 : Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Scadenza
Per partecipare al bando c’è tempo fino a venerdì prossimo 14 ottobre.

SCARICA IL BANDO
https://ec.europa.eu/digital-single-market/en/news/pilot-project-media-literacy-all

TABELLA
Risorse complessive
250mila euro
Contributo massimo
125mila euro
Cofinanziamento
Fino al  75 per cento delle spese ammissibili
Destinatari delle misure
Tutte le categorie di cittadini, di tutte le età salvo target specifici più ristretti quali le minoranze, le persone con basse competenze o quelle a rischio di essere socialmente emarginate
Durata dei progetti
Fino a 12 mesi
Scadenza
14 ottobre 2016