Algeria, maxi gara per energia rinnovabile. Opportunità per i campani

65

 

Nouredine Yassa, Direttore Generale del Centro algerino delle Energie Rinnovabili (CDER), ha annunciato ieri l’avvio di una gara d’appalto nazionale ed internazionale per il progetto algerino denominato “Atlas 1”, di una capacita’ globale di 4.050 MW, suddiviso in tre lotti, ognuno per 1.350 MW di energie da fonte solare di tipo fotovoltaico. Yassa ha affermato che il progetto mira a velocizzare l’attuazione del programma nazionale che prevede la produzione di 22.000 MW da fonti rinnovabili entro il 2030. I partecipanti alla gara hanno l’obbligo di prevedere la produzione locale degli impianti destinati alle centrali solari. Yassa ha inoltre sottolineato che il progetto “Atlas 1” prevede il completamento degli impianti per la produzione fotovoltaica di energie solari su tre siti nonche’ la creazione di un’industria nazionale di pannelli per la produzione di energia solare, di adattatori, di cavi e di altre attrezzature che saranno prodotte in loco. Da parte Sua, Chaher Boulakhras, Presidente e Direttore Generale della Societa’ di Elettricita’ e di Energie Rinnovabili (SKTM, filiale del Gruppo Sonelgaz), ha dichiarato che la sua azienda prevede la produzione di circa 295 MW di elettricita’ mediante energie alternative in diverse regioni degli altipiani entro la prossima estate nell’ambito del programma per la realizzazione di 23 centrali di produzione di 350 MW di elettricita’ repartite attraverso 14 regioni del Paese.