Algeria Terra Infinita, a Castel dell’Ovo la mostra dell’Ambasciata

154

Negli spazi di Castel dell’Ovo dal 2 marzo al 26 marzo 2018, sarà ospitata la mostra Algeria Terra Infinita – Nomadismo di pensiero e di cuore a cura di Giuseppe Ussani d’Escobar, organizzata dall’Ambasciata di Algeria in Italia e da Sphaerica Srl in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e con il Patrocinio del Comune di Napoli. In questo immaginifico luogo, da sempre crocevia di Civiltà e spiritualità, dove la leggenda narra che l’antico poeta Virgilio nascose nei sotterranei un uovo, al quale è legato il destino del Castello, Khaled Abdallah, Brahim Achir, Ahmed Bekhokha, Nadjia Chekoufi, Amor Dekhis , Abdelkader Houamel, Mohamed Rouhani, Smail Zizi, e Anna Shamira Minozzi unica artista italiana, raccontano attraverso forme ed immagini pensiero e cuore di due terre da sempre vicine nei linguaggi artistici e nella loro storia.

Algeria Terra Infinita – Nomadismo di Pensiero e di Cuore

a cura di
Giuseppe Ussani d’Escobar
dal 2 al 26 marzo del 2018
Castel dell’Ovo – Napoli

Inaugurazione venerdì 2 marzo ore 16.30
8 artisti algerini ed una italiana insieme in mostra raccontano storie e civiltà antiche e contemporanee suggellando il legame profondo di due civiltà
Nei suggestivi spazi di Castel dell’Ovo dal 2 marzo al 26 marzo 2018, sarà ospitata la mostra Algeria Terra Infinita – Nomadismo di pensiero e di cuore a cura di Giuseppe Ussani d’Escobar, organizzata dall’Ambasciata di Algeria in Italia e da Sphaerica Srl in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e con il Patrocinio del Comune di Napoli.

In questo immaginifico luogo, da sempre crocevia di Civiltà e spiritualità, dove la leggenda narra che l’antico poeta Virgilio nascose nei sotterranei un uovo, al quale è legato il destino del Castello, Khaled Abdallah, Brahim Achir, Ahmed Bekhokha, Nadjia Chekoufi, Amor Dekhis , Abdelkader Houamel, Mohamed Rouhani, Smail Zizi, e Anna Shamira Minozzi unica artista italiana, raccontano attraverso forme ed immagini pensiero e cuore di due terre da sempre vicine nei linguaggi artistici e nella loro storia.