Algerino arrestato,’non sono terrorista’

36

(ANSA) – ROMA, 28 MAR – “Non sono un terrorista, non so nulla di terrorismo e neppure di documenti falsi”: è quanto ha ripetuto a chi ha potuto avvicinarlo nel carcere salernitano di Fuorni l’algerino Djamal Eddine Ouali, arrestato sabato scorso dalla polizia a Bellizzi (Salerno) in esecuzione di un mandato di cattura internazionale emesso dalla magistratura belga.
    Il piccolo centro salernitano è diviso tra lo stupore e la paura. ”Qui abbiamo circa 600 immigrati – dice il sindaco Domenico Volpe – sono integrati e non c’è mai stato nessun problema. Non escluderei l’ipotesi di un furto d’identità ai suoi danni”. L’amministrazione comunale comunque avvierà da domani un censimento degli immigrati e degli alloggi occupati.
    Il 50 per cento circa sarebbe illegale e vivrebbe in locali inidonei e senza contratto di locazione.
   

(ANSA) – ROMA, 28 MAR – “Non sono un terrorista, non so nulla di terrorismo e neppure di documenti falsi”: è quanto ha ripetuto a chi ha potuto avvicinarlo nel carcere salernitano di Fuorni l’algerino Djamal Eddine Ouali, arrestato sabato scorso dalla polizia a Bellizzi (Salerno) in esecuzione di un mandato di cattura internazionale emesso dalla magistratura belga.
    Il piccolo centro salernitano è diviso tra lo stupore e la paura. ”Qui abbiamo circa 600 immigrati – dice il sindaco Domenico Volpe – sono integrati e non c’è mai stato nessun problema. Non escluderei l’ipotesi di un furto d’identità ai suoi danni”. L’amministrazione comunale comunque avvierà da domani un censimento degli immigrati e degli alloggi occupati.
    Il 50 per cento circa sarebbe illegale e vivrebbe in locali inidonei e senza contratto di locazione.