Alimenti, la salute parte dal basso
In Consiglio la legge Mocerino (Udc)

33

Il coinvolgimento del sistema scolastico come baricentro per valorizzare i prodotti agroalimentari del territorio e per creare la coscienza dell’alimentazione”. E’ quanto auspicato dal presidente della VIII Commissione del Consiglio Il coinvolgimento del sistema scolastico come baricentro per valorizzare i prodotti agroalimentari del territorio e per creare la coscienza dell’alimentazione”. E’ quanto auspicato dal presidente della VIII Commissione del Consiglio regionale della Campania, Carmine Mocerino, nel corso di una conferenza stampa in cui è stata presentata alle associazioni del settore la proposta di legge che disciplina l’orientamento al consumo dei prodotti di qualità e per l’educazione alimentare. Il testo legislativo, già approvato all’unanimità dalla commissione regionale Agricoltura, e in attesa di esame da parte del Consiglio, punta sul modello alimentare basato sui prodotti tipici della Campania e sulla formazione dei giovani, attraverso l’istruzione scolastica e il mondo delle nuove tecnologie, social network ed App, per promuovere il consumo dei prodotti alimentari a marchio Dop, Igp e Stg. “Per contrastare il tragico fenomeno della Terra dei Consumi, occorre puntare sulla qualità e sulla trasparenza attraverso un progetto che parta dal basso con il coinvolgimento delle associazioni rappresentative dell’agroalimentare – ha aggiunto l’esponente dell’Udc – puntando sul consumo dei prodotti di qualità e sulle tipicità della Campania, sulle campagne di comunicazione, sui percorsi di educazione alimentare a cominciare dalle scuole“.