Alis, Grimaldi dà il benvenuto ad Adecco, Cambiaso Risso Marine, Carbonsink Group, Continental e Iscom

124
in foto Guido Grimaldi

“La riunione odierna rappresenta il primo Consiglio direttivo del 2022 e, inoltre, la prima seduta dopo il grande evento dell’Assemblea di Alis e degli Stati generali del trasporto e della logistica che si è svolto il mese scorso e che è stato un momento decisivo per la nostra Associazione e per tutta la nostra filiera, avendo discusso di istanze e proposte concrete con gli illustri ospiti intervenuti, provenienti dal mondo politico-istituzionale, ma anche delle imprese, della formazione, del giornalismo e delle professioni. Si sono infatti alternati sul palco oltre 50 relatori, tra i quali 4 Ministri e 3 leader dei partiti di maggioranza, moderati dagli autorevoli giornalisti Bruno Vespa, Nunzia De Girolamo, Maria Soave, Nicola Porro e Massimo Giletti”. Il Presidente di Alis Guido Grimaldi introduce con queste parole il primo Consiglio del nuovo anno, al quale hanno partecipato attivamente numerosi Soci riuniti in modalità videoconferenza, considerata l’attuale situazione pandemica.
“Sappiamo quanto il 2021 sia stato un anno impegnativo, che ha visto l’importante recupero del PIL con un +6,3%, dopo la grave perdita del 9% del 2020, nonché il calo al 9,2% del tasso di disoccupazione nell’ultimo bimestre, e siamo altrettanto consapevoli di quanto le risorse del PNRR abbiano già avviato una forte spinta e daranno ancor più slancio e vitalità al rilancio economico nazionale ed europeo. Dal nostro punto di vista – aggiunge Guido Grimaldi -va in questa direzione anche la politica di investimenti sostenibili, così come di mantenimento dei livelli occupazionali e di forte impulso alla formazione giovanile e professionale, portata avanti dalle nostre aziende associate fino ad oggi e che crescerà ancor più durante questo nuovo anno”.
“Allo stesso tempo, considerata anche la grande difficoltà che stanno riscontrando le imprese del settore a causa della carenza di figure professionali, riteniamo necessario risolvere urgentemente tale problematica non solo tramite apposite misure di detassazione e decontribuzione, ma anche e soprattutto con un’incisiva azione di divulgazione e sensibilizzazione tramite i nostri canali comunicativi, in primis la tv Alis Channel, che con oltre 12 milioni di visualizzazioni è diventata ormai un punto di riferimento per l’informazione di settore e non solo, e la nuova rivista mensile Alis magazine, che sta già riscuotendo notevole interesse grazie ad autorevoli interventi ed interviste che affrontano trasversalmente i principali temi del comparto e dell’economia. Uno degli obiettivi prioritari per il 2022 è infatti quello di far comprendere maggiormente, soprattutto alle giovani generazioni, quanto sia attrattivo, innovativo e remunerativo il settore del trasporto e della logistica, date anche le profonde trasformazioni che ha subito negli ultimi anni e che portano oggi a richiedere nuove e sempre più qualificate professionalità, tanto per gli uomini quanto per le donne”.
“Proseguirà inoltre sempre più intensamente in questo 2022 il lavoro delle nostre Commissioni tecniche, che si sono riunite anche in questo avvio dell’anno fornendo costantemente importanti spunti all’Associazione e per le quali vorrei ringraziare i Presidenti che coordinano tale attività e che sono intervenuti anche in Consiglio. Dal costruttivo confronto avuto proprio sui temi tecnici e sulle questioni di maggior interesse in campo trasportistico, fiscale e giuslavoristico partendo dall’analisi della Legge di Bilancio 2022, è emerso in particolare quanto sia opportuno un riconoscimento ancor più concreto dell’intermodalità come unica e più competitiva leva di sviluppo economico, nei confronti della quale auspichiamo che il Governo intervenga con misure incentivanti più flessibili e strutturali, come espresso anche dallo stesso Ministro Giovannini al nostro ultimo evento, superando l’attuale idea di bonus per attuare invece una visione di lungo periodo, che ALIS richiede da tempo unitamente all’aumento delle dotazioni finanziare a 100 milioni di euro all’anno per la modalità marittima e per quella ferroviaria”.
“Con le importanti adesioni di oggi ad Alis di realtà leader nei propri settori, tra cui Adecco Italia, Cambiaso Risso Marine, Carbonsink Group, Continental Italia e Iscom come soci consiglieri- conclude il Presidente Grimaldi – prosegue la nostra crescita associativa, arrivando oggi a rappresentare oltre 205.000 lavoratori, nei confronti dei quali sentiamo crescere la responsabilità di far comprendere a tutti, Istituzioni e non solo, quanto siano strategici il trasporto e la logistica e quanto siano fondamentali per affrontare le sfide attuali e future legate principalmente alla transizione ecologica e digitale. Attorno a queste sfide stiamo organizzando LETEXPO, la nostra grande fiera che si svolgerà dal 16 al 19 marzo a Verona e che sarà anche un’importante occasione di confronti tecnico-istituzionali e di incontri B2B, alla presenza di centinaia di espositori nazionali ed internazionali, coinvolgendo tra gli altri aziende del settore logistico, multinazionali, case costruttrici, enti di formazione e ricerca, autorità portuali ed interporti”.