Alis, incontro con il ministro Giovannini: Recovery Plan, si varino iniziative ad hoc per l’autotrasporto

78
in foto Marcello Di Caterina in collegamento con Enrico Giovannini

“Alis condivide pienamente l’approccio scelto dal Ministro Giovannini fin dall’inizio del suo mandato, basato sul dialogo e sul confronto diretto, su temi importanti quale appunto il Pnrr, con tutte quelle associazioni di categoria che, come Alis, rappresentano le aziende e i lavoratori del settore del trasporto e della logistica”. Il vicepresidente e direttore generale Marcello Di Caterina ha commentato con queste parole la partecipazione di Alis al confronto promosso in videoconferenza dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini con le associazioni di settore sugli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che verrà presentato alla Commissione Europea entro il 30 aprile. “Riteniamo che, in riferimento al settore del trasporto e della logistica, le ingenti risorse previste per il Pnrr vadano destinate a progetti concreti volti a rendere più sostenibile ed efficiente l’intero comparto – aggiunge -, a promuovere l’utilizzo dell’intermodalità, a semplificare e velocizzare le procedure burocratiche che troppo spesso ostacolano o rallentano la realizzazione di infrastrutture utili, ad implementare la digitalizzazione per ridurre i documenti cartacei”. “Alis – conclude Di Caterina – ha proposto al Ministro Giovannini di intervenire a sostegno dell’autotrasporto prevedendo specifiche misure volte al rinnovo del parco mezzi circolante, così come del trasporto intermodale con il potenziamento di Marebonus e Ferrobonus che dovrebbero essere rese misure strutturali e con risorse aggiuntive. La nostra Associazione ha inoltre proposto interventi legati alla sburocratizzazione nel sistema delle Zes (Zone Economiche Speciali) e delle Zls (Zone Logistiche Semplificate) come aree di raccordo di vantaggio utili all’attrazione di nuovi capitali, alla digitalizzazione della catena logistica, ad esempio attraverso l’adozione del Cmr elettronico, e ad una maggiore sostenibilitàper un efficientamento concreto dell’intero cluster. Auspichiamo che a questo primo incontro promosso dal Ministro possano presto seguire altri momenti di confronto essenziali per un settore strategico come quello del trasporto e della logistica”.