Alitalia, ancora cassa integrazione

58

Roma, 30 ott. – (AdnKronos) – Si riduce il numero dei lavoratori di Alitalia che sarà interessato dal ricorso alla cassa integrazione nei prossimi sei mesi. Rispetto all’iniziale annuncio delle scorse settimane, infatti, i dipendenti passano da 1800 a 1600 unità
equivalente al tempo pieno. A prevederlo è il verbale firmato oggi al ministero del Lavoro dall’azienda e dalle organizzazioni sindacali di categoria per la proroga di ulteriori sei mesi al 30 aprile prossimo della cassa integrazione straordinaria. Il verbale prevede anche la riduzione dei lavoratori in cassa integrazione a zero ore che passano dagli iniziali 400 a 320 unità.

Il ricorso alla cassa integrazione rimane invariata per gli assistenti di volo, 380, e per i piloti 190, di cui 100 comandanti e 90 primi ufficiali. La riduzione interessa invece il personale di terra che dagli iniziali 1230 passa a 1030 unità. Come riferiscono fonti sindacali, sono previsti percorsi di riqualificazione per consentire un ulteriore riduzione del ricorso alla cigs. E’ previsto anche un monitoraggio per valutare l’equa distribuzione della cassa integrazione tra il personale navigante.

L’azienda e i sindacati hanno concordato oggi di prolungare al 31 gennaio prossimo la validità dei trattamenti economici e normativi del ccnl, già prorogato a giugno e in scadenza domani. A prevederlo è il verbale firmato oggi dal ministero del Lavoro. Le parti si sono quindi impegnate ad avviare, a decorrere da gennaio un percorso negoziale per rinnovare il contratto.