Alitalia verso commissariamento. Ecco l’iter

58

 

Alitalia ha intrapreso la strada verso il commissariamento. La decisione del cda è formalizzata nella formula di rito comunicata dall’azienda: “data l’impossibilità di procedere alla ricapitalizzazione, il Consiglio ha deciso di avviare le procedure previste dalla legge e ha convocato un’assemblea dei soci per il 27 aprile al fine di deliberare sulle stesse”. Procedure previste dalla legge Marzano, dal nome del ministro delle attività produttive del governo Berlusconi II, Antonio Marzano, che l’ha firmata. La legge contiene misure per la ristrutturazione industriale di grandi imprese in stato di insolvenza. Entrata in vigore il 21 febbraio 2004, prevede l’accesso ad una procedura di amministrazione straordinaria con un commissario che ha 180 giorni di tempo, più una possibile proroga di 90 giorni, per il piano di ristrutturazione. Alitalia rientra a pieno titolo nei requisiti per l’ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria stabiliti dalla legge, che fissa sia l’importo minimo del debito sia il numero dei lavoratori coinvolti. Ovvero, un numero non inferiore a 500 dipendenti e debiti, inclusi quelli derivanti da garanzie rilasciate, per un ammontare complessivo non inferiore a 300 mln. L’impresa può chiedere al ministro delle attività produttive (in questo caso il Mise guidato da Carlo Calenda), con istanza motivata e corredata di adeguata documentazione, presentando contestuale ricorso per la dichiarazione dello stato di insolvenza al tribunale del luogo in cui l’impresa ha sede principale, l’ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria, tramite la ristrutturazione economica e finanziaria. Con proprio decreto il ministro provvede all’ammissione immediata dell’impresa alla procedura di amministrazione straordinaria. Il decreto determina lo spossessamento del debitore e l’affidamento al commissario straordinario della gestione e dell’amministrazione dei beni dell’imprenditore insolvente. Il decreto deve essere comunicato immediatamente al Tribunale.