Alla scoperta del corpo umano
Progetto in 55 scuole napoletane

88

Prosegue il progetto “Imparare fa bene”, voluto dalla Fondazione Angelini in collaborazione con il Coni e la Società Italiana di Pediatria: dopo la Scuola in Ospedale del Santobono, l’iniziativa coinvolge Prosegue il progetto “Imparare fa bene”, voluto dalla Fondazione Angelini in collaborazione con il Coni e la Società Italiana di Pediatria: dopo la Scuola in Ospedale del Santobono, l’iniziativa coinvolge anche le scuole primarie sul territorio. “Imparare fa bene”, promosso da Fondazione Angelini, coinvolgerà 55 scuole primarie di Napoli e provincia situate nei pressi dell’Ospedale Santobono, con l’obiettivo di coniugare la formazione didattica con l’attenzione al benessere psico-fisico. Partito a novembre scorso, il progetto ha interessato dapprima la Scuola dell’Ospedale Santobono, a cui sono stati dedicati materiali ludico-didattici ad hoc pensati per accompagnare bambini e ragazzi ospedalizzati in un particolare percorso alla scoperta del corpo umano. Da gennaio l’iniziativa arriva anche nelle scuole primarie limitrofe al territorio, parlando dello star bene a 360 gradi e degli ingredienti che compongono la ricetta della felicità e del benessere. Il progetto presenta una visione del benessere come frutto di diversi aspetti della nostra esistenza, veicola contenuti che favoriscono gli opportuni atteggiamenti di prevenzione e offre spunti di apprendimento, attività pratiche e opportunità di svago, rendendo i bambini protagonisti attivi e consapevoli delle scelte a favore del loro benessere e felicità. Attraverso materiali didattici interattivi i bambini vengono stimolati a focalizzare gli argomenti utili a stare bene, crescere sani e felici e realizzare i propri sogni. Gli argomenti su cui si focalizza il progetto riguardano gli stili di vita sani e attivi, l’alimentazione corretta, l’educazione motoria, la pratica sportiva come universo valoriale e motore del benessere psico-fisico. Nello specifico, ogni classe che ha aderito al progetto riceverà gratuitamente una guida per l’insegnante con spunti operativi legati ai temi dell’iniziativa e un Ricettario della felicità per ciascuno studente: un libretto con giochi e attivazioni creative con cui esplorare il tema della ricetta della felicità dal personale punto di vista del bambino. E’ previsto inoltre un concorso che chiede agli alunni di raccogliere in un elaborato le informazioni ricevute nel corso del progetto. In premio, le classi finaliste riceveranno la visita di un’atleta CONI che si confronterà con i bambini sulla sua esperienza, sull’importanza dello sport e sugli ingredienti speciali per stare bene. La Scuola Angelini coinvolge anche il pediatra, attore principale per la salute e lo star bene dei bambini. All’interno degli studi pediatrici appartenenti al territorio circostante, sarà disponibile un’edizione speciale del progetto comprensiva di un’attività di rielaborazione narrativa “dell’andare dal dottore”. “La Fondazione Angelini si propone come alleata del settore educativo, con il quale condividiamo il valore del benessere e della felicità delle nuove generazioni – dichiara Francesco Angelini, Presidente del Gruppo Angelini – Abbiamo fortemente voluto questo progetto, di cui oggi inauguriamo quest’anno il primo passo. Siamo determinati a proseguire in questa direzione ampliando di anno in anno il numero di Ospedali, scuole e studi pediatrici coinvolti. A tal proposito, sono grato al CONI per avere sposato l’iniziativa fornendo un prezioso supporto allo sviluppo de La Scuola Angelini.”