Alla stazione Dohrn la lezione del professore Lehn sui criptandi

69

 

La Stazione Zoologica Anton Dohrn ospita il seminario “From Matter to Life: Chemistry? Chemistry!” del  Prof. Jean-Marie Lehn, Premio Nobel per la Chimica nel 1987 insieme a Donald J. Cram, Charles J.Pedersen, il giorno 6 settembre, ore 12,00 nella Sala Conferenze.
Jean-Marie Lehn, uno dei chimici più importanti della seconda metà del secolo scorso, dal 1970 è professore di Chimica all’Università Louis Pasteur di Strasburgo e nel 1980 ottiene la cattedra di Chimica delle interazioni molecolari al prestigioso Collège de France (Istituto di ricerca di eccellenza fondato nel 1530) di Parigi.
Grazie ai suoi studi è stato possibile instradare il nuovo campo della chimica organica,
la Chimica Sopramolecolare. Il forte legame con l’Ente di Ricerca Stazione Zoologica Anton Dohrn si fortifica a seguito dell’interesse del professor Lehn per i problemi delle biomolecole, sostanze da lui sintetizzate e che alterano l’organizzazione strutturale dell’actina del citoscheletro. E’ stato dimostrato in maniera originale che l’actina del citoscheletro gioca un ruolo fondamentale nella regolazione del processo di fecondazione del riccio e stella di mare. Inoltre, il professor Jean-Marie Lehn è stato responsabile della sintesi di molecole a struttura tridimensionale denominato criptandi, in quanto contenenti cavità (cripte) che possono ospitare al loro interno ioni o altre molecole, consentendo lo studio delle loro interazioni strutturali ad elevata selettività.
Oltre a numerosi premi ricevuti, grazie all’assiduo studio e all’attività per la Ricerca,
il Prof. Lehn è stato Post Doc nel laboratorio del grande Robert Woodward dell’Harvard University, dove ha contribuito alla sintesi della vitamina B12 che a quei tempi rappresentava il problema della chimica organica sintetica più importante da risolvere. Il Premio Nobel nella sua specificità di chimico organico ha acquisito particolare interesse per le molecole della vita, confermandosi convinto sostenitore della centralità della scienza chimica come chiave di accesso per comprendere la capacità di differenziarsi degli organismi altamente complessi e pensanti, a partire da  molecole di materia inanimata. Grazie alle sostanze sintetizzate dal professor Lehn, proseguono gli esperimenti per capire le basi molecolari con cui le uova vengono attivate guardando alle modificazioni delle risposte cellulari a seguito dell’utilizzo delle sue molecole.