Allegri: “Le indagini su Ronaldo? È sereno”

5

Torino, 5 ott. (AdnKronos) – “? Sta bene. Riguardo alle vicissitudini, io lo conosco da tre mesi: quello che posso dire è che in 15 anni di carriera ha mostrato grande professionalità dentro e fuori dal campo e serenità dentro e fuori dal campo. E oltre a questo è uno che si è dedicato e si dedica molto anche al sociale e questo la dice tutta. Per quanto riguarda il campo invece è pronto per rientrare”. Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida con l’Udinese.

“Che Ronaldo non sarebbe andato in Nazionale lo sapevo, ha concordato con il ct e il presidente della federazione portoghese di non andare e per noi è meglio perché lavora con noi. Per quanto riguarda la protezione della Juve è giusto che gliela dia in un momento delicato, ma lui ha talmente le spalle larghe che è concentrato su domani” sottolinea Allegri, che aggiunge: “Personalmente preoccupato per l’esito delle indagini su Ronaldo? È sereno, ieri hanno fatto una sfida di tiri in porta. Era sereno, è pronto a rientrare. La professionalità e la serenità dentro e fuori dal campo di Ronaldo sono indiscutibili” rimarca il tecnico bianconero parlando dell’attaccante, finito al centro delle accuse di Kathryn Mayorga che sostiene di essere stata violentata dal portoghese nel 2009 a Las Vegas.

Tornando al campo, sulla coesistenza tra Dybala e Ronaldo, Allegri precisa: “Non è questione di adattarsi. E’ questione di conoscersi meglio giocando insieme. Giocare senza centravanti sicuramente è differente rispetto ad un punto di riferimento in avanti. Hanno giocato insieme Mandzukic, Ronaldo e Dybala, possono giocare insieme e capiterà due dei tre perché abbiamo tantissime partite e devo farli recuperare e respirare”.