“Alma Partenopea”, omaggio a Pino Daniele ed Eduardo De Crescenzo

60
In foto: il Duo “Alma Partenopea” con Gianni Guarracino e Leo D’Angelo

E’ dedicato a Pino Daniele ed Eduardo De Crescenzo il concerto della rassegna Passione Musica in programma venerdì 25 settembre, alle ore 19, presso il Teatro Salvo D’Acquisto (via Morghen, Napoli).

Di scena “Alma Partenopea” con Gianni Guarracino (chitarra e arrangiamenti) e Leo D’Angelo (voce), accompagnati da Fabrizio Gerli (basso), Carlo Avitabile (batteria), Andrea Carboni (percussioni), Peppe Gallone (tastiere), musicisti che hanno collaborato, tra gli altri, con Pino Daniele ed Enzo Avitabile.

Il progetto “Alma Partenopea” di Gianni Guarracino e Leo D’Angelo nasce dalla voglia di riproporre due grandissimi artisti come Pino Daniele ed Eduardo De Crescenzo in una chiave tutta nuova.

“È la fusione di due radici musicali – spiega D’Angelo -, quella pop rock, blues, world music di Pino Daniele e quella più pop vocale di Eduardo De Crescenzo”.

Non possiamo parlare di cover, ma di una interpretazione del tutto originale del repertorio di entrambi gli artisti, che ormai appartengono al patrimonio musicale artistico della ‘classica’ partenopea e che hanno avuto l’onore di collaborare con questi due mostri sacri della musica italiana. Spiccano gli arrangiamenti di Guarracino, capace con le sue dita di far parlare la chitarra, che si sposano perfettamente con le sonorità vocali di D’Angelo, abile a raggiungere estensioni tenorili.

L’Unione Musicisti e Artisti Italiani dal 1974 opera per la diffusione nel della musica italiana dalla colta alla popolare, di epoche e stili diversi e in particolare alla Scuola Napoletana del Seicento e del Settecento. L’attività dell’orchestra, formata da professionisti del Teatro di San Carlo, nonché da giovani emergenti, vanta la direzione di Maestri quali Daniel Oren, Franco Caracciolo, Renato Piemontese, Pradella, Piero Bellugi, Susanna Pescetti, Francesco D’Ovidio, Pasquale Valerio e tanti altri.

Con la quinta edizione di “Passione Musica” l’Unione Musicisti e Artisti Italiani conferma il suo impegno sociale di riportare le persone a vivere l’emozione della musica dal vivo, con un cartellone studiato per offrire una comoda occasione di svago e cultura dopo lo studio o il lavoro.

Come tradizione i prezzi di ingresso sono estremamente contenuti; per gli ultrasettantenni sono previsti ulteriori sconti per i singoli spettacoli, mentre per i minorenni l’ingresso è gratuito.