Almaviva, Prudenzano (Confintesa): Almaviva situazione grave. Renzi intervenga

53

Quella appena iniziata sarà una settimana ricca di incontri: istituzionali e non. I lavoratori non si arrendono e non si arrenderanno, perché quello che sta succedendo è inaccettabile“. Lo dichiara Francesco Prudenzano, Segretario Generale di Confintesa, in relazione ai licenziamenti, più di 3000 in totale, di cui 1670 a Palermo, 920 a Roma e 400 a Napoli, annunciati la scorsa settimana dalla società Almaviva Contact. “La protesta continua – spiegato – Sindacati, lavoratori e anche molti personaggi dello spettacolo si stanno muovendo per non far spegnere le luci intorno a questa complicata vicenda“. Per ora l’azienda non sembra intenzionata a fare marcia indietro, anzi perde ancora commesse, non ultima quella dell’Enel. Ha spostato la sede legale del call center da Palermo a Roma, e adesso i quasi 4 mila dipendenti palermitani temono per il loro futuro, al di là dei 1.670 esuberi dichiarati. “È necesario – conclude Prudenzano – che il Presidente Renzi apra un tavolo di crisi a Palazzo Chigi immediatamente“.