Alta capacità Napoli-Bari.Task force per accelerare

22

“La prossima settimana si insedierà una task force che si occuperà esclusivamente dei tempi e dei modi per la realizzazione dell’Alta capacità Napoli-Bari”; mentre “La prossima settimana si insedierà una task force che si occuperà esclusivamente dei tempi e dei modi per la realizzazione dell’Alta capacità Napoli-Bari”; mentre “nell’arco di una settimana saranno convocati i presidenti delle Regioni Campania e Molise, insieme con vertici di Rfi e Fs, per affrontare il time del raddoppio della tratta ferroviaria Termoli-Lesina”. Lo ha annunciato Maurizio Lupi, ministro per i Trasporti e le Infrastrutture,  intervenendo in videoconferenza al convegno ‘Infrastrutture di trasporto in Puglia: un’opportunità per l’Europa”, promosso a Bari da Confindustria. Il ministro ha ricordato che per l’opera sulla Napoli-Bari, un sostanziale raddoppio della tratta, sono state previste “risorse per 1 miliardo e 700 milioni di euro ma questo non basta. Un conto è allocarle in bilancio, un altro è spenderle in cantieri che finalmente partono”. Quindi ha ricordato che dal 2005 si parla e si discute di quest’opera e ha ribadito che “la dorsale tirrenica non può non essere collegata a quella adriatica”. Sull’Alta capacità, Lupi ha spiegato che “non ci si può più fermare davanti alle difficoltà, nessuno può più cercare alibi”. La task force, ha precisato, si occuperà “di vidimare un cronoprogramma” e “verificare che venga seguito”. “Perché -ha aggiunto – le infrastrutture devono contribuire allo sviluppo del Paese”. “Oggi più che mai – ha sottolineato il ministro – dobbiamo passare dalla filosofia alla pratica”.