Amazon alza la paga

8

Washington, 2 ott. (AdnKronos) – ha annunciato l’intenzione di aumentare la paga minima dei suoi dipendenti negli Stati Uniti a 15 dollari l’ora. Come riporta il Financial Times, il gigante dell’e-commerce è l’ultima grande azienda Usa, in ordine di tempo, ad annunciare un simile provvedimento nel tentativo di fare fronte alle crescenti difficoltà nel reclutamento del personale.

Il provvedimento che verrà attuato negli Stati Uniti riguarderà circa 350.000 lavoratori, compresi quelli assunti con contratti stagionali. L’aumento, rispetto agli attuali 11 dollari l’ora, sarà effettivo dal 1° novembre. “Abbiamo ascoltato i nostri critici, riflettuto a fondo riguardo a ciò che volevamo fare e abbiamo deciso che volevamo indicare la strada” ha detto Jeff Bezos, numero 1 del colosso dell’e-commerce, in una nota. “Siamo felici per questo cambiamento ed esortiamo i nostri competitori e altre aziende con un elevato numero di dipendenti a unirsi a noi”, ha aggiunto.

Novità in arrivo anche per i 40.000 dipendenti che lavorano nel Regno Unito. Il salario, evidenzia il Guardian, salirà da 8 a 10.50 sterline l’ora a Londra e a 9.50 nel resto del Paese. Il salario minimo previsto dalla legge è di 7.83 sterline l’ora per lavoratori di età superiore ai 25 anni. Secondo i dati elaborati dalla Living Wage Foundation, a Londra è necessario un salario minimo orario di 10.20 sterline per una qualità di vita accettabile. Nel resto del Paese, sono sufficienti 8.75.