Amazon, depositato il brevetto per fare pagamenti con un selfie

56

Pagare con un selfie. E’ questa una soluzione di cui Amazon ha depositato un brevetto. Lo scrive il sito Re/Code, secondo cui i consumatori potrebbero fare acquisti scattando una foto o registrando un video di se stessi come misura di autenticazione che dunque sostituirebbe una password. Così facendo il gruppo di Seattle (nello Stato di Washington) punterebbe a rendere piu’ sicuro lo shopping online. L’idea e’ che “inserire una password puo’ richiedere all’utente di allontanarsi da amici o colleghi per digitarla, cosa che puo’ essere imbarazzante in tante situazioni“, si legge nel brevetto ottenuto da Re/Code. Siccome non vogliono essere maleducate, le persone spesso salvano la loro password sui loro smartphone o computer cosi’ che all’occorrenza non la devono digitare davanti a occhi indiscreti. Il problema sorge quando quei dispositivi vengono persi o rubati. La soluzione allo studio di Amazon prevede invece che un computer o un telefono “spinga l’utente a fare certe azioni, movimenti o gesti come un sorriso, un occhiolino o un’inclinazione della sua testa“. Cosi’ facendo l’utente proverebbe di essere colui o colei che dice di essere invece che un impostore che ha ottenuto (e usa impropriamente) la foto della persona che teoricamente si appresta a effettuare un pagamento.