Ambasciata Cuba, accordo con la Regione Calabria: in arrivo in Italia 497 medici

65

“Oggi a Roma, presso l’Ambasciata della Repubblica di Cuba in Italia, ho firmato un Accordo di cooperazione con la Comercializadora de Servicios Medicos Cubanos (CsmcMC), la societa’ dei medici cubani, per la fornitura di servizi medici e sanitari. Grazie a quest’intesa in Calabria potremo utilizzare temporaneamente – fino a quando non saranno espletati con esiti positivi tutti i concorsi – operatori sanitari provenienti da Cuba. Il governo caraibico puo’ mettere a nostra disposizione 497 medici con diverse specializzazioni”. Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria. “Da mesi – spiega – ho una proficua interlocuzione con il governo cubano. I medici sono un fiore all’occhiello del Paese caraibico, ed hanno gia’ aiutato l’Italia, in Lombardia e in Piemonte, nei mesi piu’ caldi della pandemia”. “A settembre partira’ la fase sperimentale di questa collaborazione e arriveranno nella nostra Regione i primi medici. Inizieranno coloro che gia’ sanno parlare l’italiano – la lingua ufficiale della Repubblica di Cuba e’ lo spagnolo – e gli altri, prima di prendere servizio, faranno corsi intensivi per apprendere presto e bene la nostra lingua”, aggiunge Occhiuto. “Ad ogni modo, i medici cubani saranno sempre affiancati dai nostri operatori sanitari. Siamo soddisfatti per la firma di questo importante Accordo, un’opportunita’ in piu’ per la Calabria, un modo concreto per dare risposte immediate ai bisogni dei cittadini, per erogare in modo adeguato i servizi, per garantire su tutto il territorio regionale presidi sanitari operativi e ospedali funzionanti”, conclude il presidente della Calabria.