Ambiente, accordo di programma per l’Arco Naturale di Palinuro

54
in foto Sergio Costa, ministro dell'Ambiente

“Con la firma di questo accordo di programma sblocchiamo una situazione ferma da oltre 10 anni. Appena 15 giorni fa ho saputo di tale pastoia burocratica e’ cosi’ ci siamo adoperati per sbloccare i fondi. Palinuro e’ l’esempio concreto di come si deve lavorare per superare la burocrazia”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, intervenendo a Centola (Salerno) alla firma dell’accordo di programma finalizzato alla riqualificazione dell’Arco Naturale di Palinuro, sito riconosciuto patrimonio Unesco. “Sin da giovane – ha continuato il ministro – ha trascorso le vacanze a Palinuro ed ho sempre ammirato la bellezza della costa cilentana. Ora renderemo di nuovo fruibile l’Arco Naturale simbolo di questa splendida terra”. Il ministro Costa, prima della firma dell’accordo, ha visto la fascia costiera cilentana a bordo di una motovedetta della capitaneria di porto di Palinuro. Poi, nel Centro della Biodiversita di Centola, si e’ siglato ufficialmente l’accordo. Si procedera’ a lavori di consolidamento e di risanamento conservativo ed ambientale per rendere nuovamente fruibile l’Arco Naturale. Cinque milioni e duecentomila euro il finanziamento da parte del ministero dell’Ambiente a favore dell’Autorita’ di Bacino. “Provvederemo a gestire direttamente le opere di riqualificazione – ha sottolineato il sindaco di Centola, Carmelo Stanziola – cercando di concludere i lavori nel piu’ breve possibile”. L’accordo e’ stato sottoscritto da Costa, dal governatore, Vincenzo De Luca, dal sindaco di Centola, da Vera Corbelli, segretario generale Autorita’ di Bacino e dal presidente dell’Ente Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino.