Ambiente, isola di Vivara: intesa per il potenziamento della sorveglianza

279

L’Ente Riserva Naturale Statale “Isola di Vivara”, rappresentata dal Commissario Straordinario Gennaro Esposito e il Comando Regione Carabinieri Forestale “Campania”, generale di brigata Ciro Lungo, hanno siglato oggi una Convenzione per il potenziamento delle attivita’ di sorveglianza del territorio dell’isola di Vivara. I Carabinieri della Tutela Forestale, in attuazione di questo accordo istituzionale, assicureranno una sorveglianza rafforzata, anche sulle coste, per prevenire e reprimere eventuali abusi e illegalita’ sull’importante sito naturalistico, nonche’ metteranno a disposizione il loro know-how per attivita’ di sensibilizzazione, di educazione ambientale, e di formazione specifica in materia ambientale e di prevenzione degli incendi boschivi, in collaborazione con l’Ente Riserva. La Riserva Naturale Statale dell'”Isola di Vivara”, estesa per 33 ettari, e’ stata istituita nell’anno 2002 con D.M. del Ministero dell’Ambiente al fine di tutelare questo lembo di territorio del golfo di Napoli rimasto incontaminato e, in quanto tale, costituisce uno “scrigno di biodiversita’” e luogo di importanti studi sulla biodiversita’ del Mediterraneo. L’Isolotto di Vivara costituisce un biotopo importante per numerose specie floristiche della macchia mediterranea (mirto, lentisco, corbezzoli, leccio, olivastri, querce e carrubo) ed e’ luogo di sosta di numerose specie avicole migratorie. Inoltre e’ luogo d’elezione per la nidificazione del Gabbiano corso, una specie migratoria di gabbiano che gode di assoluta protezione in quanto e’ inserita nella lista rossa dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) quale specie minacciata di estinzione. La rilevanza dei caratteri ambientali ha determinato l’inserimento dell’Isola di Vivara nell’ambito della Rete Natura 2000, per garantire la conservazione – a livello europeo – dei suoi habitat e delle specie di flora e fauna. “La sorveglianza si esplichera’ con servizi mirati, anche con l’aiuto di un drone messo a disposizione dalla Riserva e il supporto della motovedetta della Compagnia Carabinieri di Ischia, per prevenire gli accessi abusivi sull’Isola, il bracconaggio e il rischio di incendi boschivi. Saranno inoltre monitorati i punti di accesso all’isolotto di “Vivara” mediante un sistema di videosorveglianza”, dice il Generale Ciro Lungo. “E’ questa la prima azione concreta del 2021 per rendere l’Isola di Vivara piu’ sicura anche per le iniziative legate a Procida Capitale della Cultura 2022”, spiega Gennaro Esposito Commissario Straordinario della riserva statale nominato dal Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. “E’ nostra intenzione” – continua il Commissario Esposito – “proporre alla proprieta’ dell’Isolotto di aprire Vivara per Pasqua per le visite guidate, nel rispetto delle misure di prevenzione della pandemia, offrendo cosi’ ai procidani ed a tutti i visitatori un patrimonio magico ed unico dal punto di vista paesaggistico e naturalistico. La Riserva e’ pronta per questo”.