Amministrative, boom di candidati e di liste: a Napoli 7 aspiranti alla carica di sindaco, 1.165 a quella di consigliere

54
In foto Palazzo San Giacomo

Le prossime elezioni amministrative hanno registrato un inatteso boom di candidature nelle grandi città. Tanto che sono state predisposte schede lenzuolo per poter ospitare tutti i candidati sindaco e le relative liste di appoggio con i loro simboli. A Roma si contano 22 candidati alla carica di sindaco e ben 38 liste concorrenti, che rimandano a un totale di 1.648 candidati al consiglio comunale. Numeri record si registrano anche a Milano (13 candidati sindaco, 28 liste, 1.188 candidati al consiglio comunale), Torino (13 candidati sindaco, 30 liste, 1.097 candidati consiglieri) e Napoli (7 candidati sindaco, 31 liste, 1.165 candidati consiglieri). È quanto emerge da una ricerca del Censis. Nelle grandi città la tornata elettorale di domenica prossima non riguarda solo l’elezione del sindaco e del consiglio comunale, ma anche quella del presidente del municipio e della composizione del consiglio municipale (a Milano e Roma si chiamano municipi, a Napoli municipalità, a Torino circoscrizioni).
Benché deboli dal punto di vista delle risorse e delle competenze assegnate, si tratta di istituzioni di prossimità a cui i cittadini rivolgono le principali istanze sui temi cruciali della vita urbana: dai rifiuti ai trasporti, dall’edilizia scolastica al verde pubblico. Si tratta peraltro di entità amministrative che hanno una dimensione demografica rilevante, pari a quella di un capoluogo di provincia o di regione. La loro dimensione demografica media varia dai 94.000 abitanti delle municipalità di Napoli ai 185.000 residenti dei municipi romani. Il sistema elettorale è lo stesso del comune: doppio turno con elezione diretta del presidente e premio di maggioranza. In questo caso il numero dei candidati alle elezioni di domenica 3 ottobre è davvero impressionante. A Roma si contano complessivamente 154 candidati presidente per i 15 municipi della città e 6.211 candidati ai 15 consigli municipali.
Numeri elevatissimi anche nelle altre tre grandi città: per i 9 municipi di Milano si registrano 68 candidati alla carica di presidente e 3.608 a quella di consigliere, a Torino per le 8 circoscrizioni si contano 67 candidati alla carica di presidente e 3.523 a quella di consigliere, a Napoli per le 10 municipalità ci sono 46 candidati alla presidenza e 5.227 candidati ai consigli. Se si rapporta il numero delle candidature presentate per i consigli municipali all’intera popolazione residente (bambini compresi) risulta che nella vastissima capitale si è presentato un candidato municipale ogni 448 abitanti, a Milano uno ogni 387, a Torino uno ogni 241, a Napoli uno ogni 180. Si può dire che ogni elettore ha grandi probabilità di conoscere direttamente almeno un candidato: il candidato della porta accanto.