Anas nei guai per un bando che seleziona avvocati: arriva la denuncia dell’Aiga Salerno

438
In foto Anna Allegro (augustobiagini.com, per gentile concessione dell'ufficio stampa Aiga)
AIGA denuncia un avviso di ANAS S.p.A. che definisce abominevole e sollecita l’adozione di regolamenti improntati alla rotazione degli incarichi.
L’AIGA ha chiesto l’immediata revoca dell’avviso per la costituzione di un elenco di Avvocati del libero Foro per la tutela legale di dipendenti/dirigenti visto che, ancora una volta, si assiste all’inserimento di requisiti che, lungi dal costituire garanzia di professionalità, sono penalizzanti per i giovani professionisti, ovvero l’iscrizione all’albo per il patrocinio innanzi alle Giurisdizioni Superiori e l’aver maturato un’anzianità professionale di ben 15 anni. L’avviso, in maniera inaccettabile, prevede inoltre come titoli preferenziali, oltre alla docenza universitaria, anche l’essere membro o Presidente di organismi forensi quali i Consigli dell’Ordine, i Consigli Distrettuali di disciplina e Consiglio Nazionale Forense.
“È intollerabile che bandi e/o avvisi per l’affidamento dei servizi legali siano licenziati in spregio alle disposizioni di legge e alle linee guida in materia, con il chiaro intento di penalizzare i giovani Professionisti. Mi aspetto una dura, corale ed inequivocabile presa di posizione da parte di tutte le componenti dell’avvocatura affinché sia chiarito che far parte delle nostre Istituzioni non può attribuire alcun punteggio per la partecipazione a bandi e/o avvisi perché servizio che viene svolto solo ed esclusivamente in favore della categoria rappresentata”, ha dichiarato il presidente nazionale avvocato Vermiglio.
L’avvocato Anna Allegro, presidente della sezione AIGA di Salerno, sollecita una presa di posizione forte anche da parte del locale neo eletto Consiglio dell’Ordine affinché vigili sugli incarichi conferiti da Enti e soggetti pubblici e privati a controllo pubblico, sollecitando l’adozione di regolamenti improntati ai principi della trasparenza e rotazione nell’affidamento degli incarichi, in ossequio al parere del Consiglio di Stato ed alle linee guida dell’ANAC.
In merito, la Sezione di Salerno dell’AIGA ha approntato e mette a disposizione del Consiglio e di tutti gli Enti e soggetti interessati un format di regolamento per la costituzione di short list, già adottato in qualche realtà più virtuosa, che mira a garantire la massima trasparenza nell’assegnazione degli incarichi, fondandosi sul criterio della rotazione e scorrimento progressivo degli elenchi dei professionisti. Il format prevede altresì un limite massimo economico nell’affidamento degli incarichi, nell’ipotesi di più incarichi assegnati allo stesso professionista, ed un limite temporale di iscrizione alla short list sempre al fine di garantire una maggiore rotazione dei professionisti. Inoltre, si prevede un settore riservato ai giovani avvocati per le vertenze aventi valore di limitata entità, onde facilitarne l’inserimento nel mondo del lavoro dopo il lungo, formativo e selettivo percorso per l’iscrizione all’albo degli Avvocati; ciò in considerazione degli oneri previdenziali e soprattutto assicurativi che, con spazi di mercato sempre più limitati, gravano particolarmente sui professionisti più giovani ma che, almeno, per legge, ne tutelano l’attività.