Anas, sottoscritte con la Regione Campania convenzioni per 19,4 mln

52
in foto strada statale 163 "Amalfitana"

Sottoscritte oggi da Anas e Regione Campania tre importanti convenzioni per un importo pari a circa 19,4 milioni di euro relative alle strade statali 268 “del Vesuvio” e 163 “Amalfitana”, tra le province di Napoli e Salerno. Alla firma degli accordi, presso la sede della Regione Campania a Napoli, hanno partecipato – tra gli altri – il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e l’Amministratore Delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani. Le tre convenzioni fanno seguito ad un’altra, gia’ siglata, finalizzata alla redazione del progetto di fattibilita’ tecnica ed economica del collegamento stradale veloce tra l’autostrada A2 “del Mediterraneo” e la variante alla statale 18 ad Agropoli, previsto nel Patto per lo Sviluppo della Regione Campania per un importo di oltre 1,6 milioni di euro. Il progetto prevede il collegamento Agropoli-A2 svincolo di Contursi mediante una strada scorrimento veloce – lunga oltre 32 km – che dallo svincolo di Agropoli Sud della strada provinciale 430, attraversa i territori dei comuni di Agropoli, Capaccio, Albanella, Altavilla Silentina, Serre ed Eboli fino ad arrivare sulla A2 attraverso l’omonimo svincolo di Eboli e, mediante la autostrada, allo svincolo di Contursi. Lungo il tracciato sono previsti 7 svincoli, 4 dei quali da realizzare ex novo. A breve Anas bandira’ la gara di progettazione volta ad affidare la redazione del progetto, entro l’anno in corso. La prima delle tre Convenzioni odierne – del valore di 10 milioni di euro – attiene all’applicazione di sistemi tecnologici per la messa in sicurezza ed il monitoraggio lungo la statale 268 “del Vesuvio”, tra le province di Napoli e Salerno. La scelta dell’intervento, infatti, si inserisce – tra le altre cose – nell’ambito del Piano di Evacuazione Vesuvio diretto dal Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il quale opera d’intesa con le Regioni e con gli Enti locali interessati.