Anche il Levante ora è Hybrid, non tradisce l’anima Maserati

36

Dopo il Ghibli è la volta del Levante, Maserati continua la sua progressione nel mondo ibrido. Il Levante Hybrid abbina al motore termico due litri a 4 cilindri, un sistema da 48 volt che permette di recuperare l’energia in decelerazione e in frenata. Tutto questo, senza penalizzare l’inconfondibile sound del Tridente. Si mantiene anche la stessa brillantezza di motore e il livello di performance del V6 benzina e alla coppia ai bassi regimi di un diesel. La vettura ibrida pesa, infatti, meno della corrispondente dotata di motore 6 cilindri (benzina e diesel) e ha una migliore distribuzione dei pesi. In termini di prestazioni, sono perciò 330 i cavalli di potenza massima con una coppia massima di 450Nm @ 2250 rpm raggiugendo valori superiori al 90% già da 1750giri / min. Le prestazioni: 240 km/h la velocità massima, 0 a 100 km/h raggiungibili in 6 secondi. Prestazioni, che si accompagnano a un calo della C02 prodotta del 18% rispetto al benzina e del 3% rispetto al diesel secondo i dati Wltp.
Levante Hybrid sarà presentato in un nuovo colore blu metallizzato tristrato chiamato Azzurro Astro. Questo colore sarà disponibile all’interno del programma Maserati Fuoriserie. Inoltre, l’assortimento colori Levante aggiungerà per le versioni ibride il Grigio Evoluzione, già presentato per Ghibli Hybrid. Il nuovo Levante Hybrid è immediatamente riconoscibile per alcuni elementi di design colorati di blu cobalto. Il Levante Hybrid arriva sul mercato nella versione GT che si presenta con le caratterizzazioni esterne GranLusso e lo Sport Pack disponibile come optional. Gli interni presentano lo schermo centrale da 8″4 con risoluzione e grafica migliorati e, soprattutto, con un effetto visivo che lo fa apparire come un unico schermo ricurvo su cui sono state intagliate le bocchette dell’aria, portando a una lettura verticale di tutto l’insieme.
Maserati Hybrid dispone dell’architettura del sistema di trazione integrale intelligente Q4 Maserati basato su una frizione multidisco a controllo elettronico.
Nelle situazioni di guida normale la trazione integrale intelligente Q4 eroga il 100% della coppia alle ruote posteriori. Sui fondi sdrucciolevoli o in caso di perdita di trazione all’assale posteriore (accelerazione da zero o velocità molto elevata in curva), il sistema reagisce immediatamente trasferendo la trazione necessaria alle ruote anteriori e in appena 150 millisecondi passa dall’erogazione del 100% della trazione alle ruote posteriori a una ripartizione del 50:50 tra gli assi.
Levante Hybrid è anche dotato di un differenziale LSD (Limited-Slip Differential) sull’assale posteriore. Montato di serie assicura una trazione ottimale in tutte le situazioni di guida. La funzione di bloccaggio asimmetrico consente un bloccaggio del 25% sotto carico e del 35% in rilascio. La funzione di torque vectoring, ulteriormente sviluppata per Levante, aumenta il piacere di guida e la sportività del SUV in combinazione con il differenziale LSD e la trazione integrale intelligente Q4.
All’avvio della vettura si inserisce automaticamente la modalità Normal, Sport e Off Road – e Corsa sul Trofeo – sono le modalità di guida che meglio esprimono la doppia natura di Levante, trasformandolo, al semplice tocco di un pulsante, da una gran turismo sportiva e dinamica a un fuoristrada performante e confortevole. A livello di sicurezza, sul nuove Levante Hybrid, c’è l’Active Driving Assist è un’evoluzione dell’Highway Assist introdotto con i MY18. Ha una funzionalità “hands-on” (il guidatore deve mantenere sempre il controllo della vettura), utilizzabile su qualsiasi tipo di strada purchè in buone condizioni. La nuova Maserati monta poi un sistema multimedia di ultima generazione MIA (Maserati Intelligent Assistant) ed è super connessa grazie al nuovo programma Maserati Connect.
(ITALPRESS).