Ancot, arriva Lisa la piattaforma 4.0 per consulenti tributari

94

Roma, 3 mag. (Labitalia) – L’innovazione digitale caratterizza l’evoluzione degli studi professionali dei consulenti tributari. Da tempo l’Ancot, Associazione nazionale consulenti tributari, ha supportato il percorso di sviluppo degli studi dei professionisti iscritti con azioni mirate e concrete. In tale contesto rientra l’iniziativa ‘Insieme verso la fatturazione elettronica e la digitalizzazione dello studio’ presentata a Roma che verrà presentata domani, dalle 15 alle ore 19 nel Centro Congressi Cavour.

L’evento, inoltre, sarà trasmesso in diretta a Torino, Genova, Milano, Como, Gradisca (Gorizia) Bologna, Firenze, Civitanova Marche, Venezia, Grosseto, Foggia, Catania, Caserta e Cagliari, attraverso la nuovissima Piattaforma Webinar Ancot.

“L’Ancot attraverso l’Ancot Service che presiedo -ha dichiarato Celestino Bottoni- ha progettato una piattaforma digitale contenente tutti i servizi utili per lo studio dei tributaristi e dei loro clienti che vanno dalla fatturazione elettronica attiva e passiva, con i relativi adempimenti fiscali, alla futura acquisizione documentale automatizzata; dalla privacy all’antiriciclaggio; dai servizi Caf 730 alla pec; dalla formazione in diretta all’e-learning ed altro ancora. Gli associati disporranno di una ‘suite’ di servizi informatici e tecnologici su una unica piattaforma digitale. Il prossimo portale web integrerà l’intero processo della fatturazione elettronica attiva e passiva, con i relativi adempimenti fiscali e acquisizioni documentali automatizzate; prevista anche la conservazione digitale integrata”.

Gli intermediari fiscali, già dotati di pec e cns (carta nazionale dei servizi), saranno dotati della nuova carta spid (sistema pubblico di identità digitale).

“Il nuovo portale Ancot/Ancot Service -ricorda il presidente dell’Ancot, Arvedo Marinelli- permetterà ad ogni associato di avere la propria scrivania digitale sempre disponibile in ogni luogo e momento, grazie ad una sola connessione informatica. La procedura, studiata e realizzata con partner di livello nazionale, funzionerà con qualsiasi smartphone, tablet e Pc”.

“E’ stato studiato -fa notare- anche un applicativo per i relativi clienti, assistiti, che così potranno interagire, digitalmente, con la ‘suite’ del professionista nella propria area riservata. Allo stesso tempo, il professionista potrà monitorare e verificare, da remoto, tutte le attività proposte dal cliente e pubblicare, nell’area riservata del cliente, documenti e dichiarazioni varie”.