Ancrel Campania, seminario sui pagamenti al personale degli enti locali

49

Finalmente il 21 maggio 2018 è stato sottoscritto il nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro relativo al personale del comparto funzioni locali. Contratto atteso da ben 10 anni. Infatti l’ultimo contratto approvato è quello relativo al biennio 2008/2009. E pensare che questo nuovo contratto sottoscritto poche settimane fa, a fine anno scade nuovamente! Tutto questo è scaturito dalla grande crisi che sta affrontando la nostra nazione. La novità in termini economici per i dipendenti di categoria è che per questo lungo periodo di vacazio contrattuale spettano di media un incremento mensile di circa 70 euro lordi al mese ed un arretrato di circa 700 euro lordi per questi 10 anni.
Entrando nello specifico molti cambiamenti sono intervenuti soprattutto per quanto riguarda il miglioramento della qualità del lavoro, cercando di puntare ad un miglioramento delle professionalità lavorative.
Nel seminario C/7 bis “Le spese del personale – la relazione sulla performance: I controlli dei revisori dei conti correlazioni con l’Organismo Indipendente di Valutazione”  in programma il 10 luglio ad Aversa (Caserta) presso la sala convegni dell’Odcec Napoli Nord, organizzato dall’Ancrel Campania – presidente la dottoressa Paola Giordano, in collaborazione con la commissione Odcec Napoli Nord Oiv – presidente il dottor Giovanni Granata, con la partecipazione di numerosi relatori, si tratterà cosa dovrà verificare il revisore dei conti degli enti locali in merito alle spese del personale, oltre verificare la corretta costituzione del fondo della contrattazione decentrata. Tale costituzione spetta all’amministrazione locale, ma se l’organo di revisione non esprime parere favorevole non si può procedere alla contrattazione decentrata all’interno dell’ente locale. Una volta espresso il parere favorevole e approvato il contratto decentrato, l’organo di revisione è chiamato nuovamente ad esprimere parere su come il fondo costituito venga distribuito tra i dipendenti pubblici.
Invece, l’organismo indipendente di valutazione, a differenza dell’organo di revisione, non entra nel merito né della costituzione del fondo, né nel contratto decentrato. Infatti il loro ruolo è quello di vedere se il sistema di valutazione dei dipendenti pubblici è coerente con i principi generali di evitare di erogare i premi di risultato a tutti i dipendenti. Infatti, con questo sistema innanzitutto si cerca di premiare soprattutto i più meritevoli, evitando così l’erogazione a pioggia, ovvero a tutti, di somme di denaro pubblico.
Saranno illustrati anche importanti particolari a cui saranno chiamati i colleghi che ricopriranno presso gli enti locali sia la funzione di revisori legali che organismo indipendente di valutazione.