Angelo Strazzella tra i primi 100 influencer al mondo sulla Blockchain

903
In foto Angelo Strazzella

Angelo Strazzella, partner dello Studio Boria, tra i primi 20 studi legali internazionali in Europa (con sedi a Roma, Milano, Londra, Madrid e Lugano), è stato incluso tra i “Top 100 Blockchain Influencers” secondo Singularity Report (https://cryp7o.me/W3FWv) per il suo impegno nell’aiutare i clienti a gestire le complessità legali di questo nuovo ambiente, a creare e sfruttare le opportunità migliori e a mitigare il rischio che queste possono comportare. In particolare, l’importante riconoscimento si deve allo svolgimento da parte di Strazzella di tali attività di consulenza legale e fiscale unitamente alle società Codex e Hbtc, aziende che si pongono come obiettivo quello di integrare la Blockchain in modelli di business esistenti, grazie pure all’appoggio di Allinance, che veicola le attività delle prime due presso clienti corporate già fidelizzati.
Strazzella ha scelto di aderire alla neonata associazione Abie (Associazione Blockchain Imprese ed Enti), che, grazie alla stipula di un recente accordo con Confindustria digitale, consentirà la diffusione nel suo alveo naturale, quello industriale, delle applicazioni della tecnologia Blockchain, con particolare attenzione agli ambiti dove la tracciabilità dei materiali e dei luoghi dove nascono i prodotti diventa un fattore competitivo decisivo per la crescita dell’economia nazionale.
Angelo Strazzella si prefigge di portare tutti i maggiori influencer di settore, elencati con lui nella lista di Singularity Report, iniziando da quelli italiani a far parte di questa struttura associativa per organizzare insieme eventi e seminari in tutta Italia, al contempo coinvolgendo mondo produttivo e mondo accademico della ricerca. Già godere dei benefici della partnership con Hbtc, azienda che vede nella compagine societaria e come amministratori tre tra i maggiori leader dell’innovazione, nonché Giacomo Arcaro, Eloisa Marchesoni e Giovanni Casagrande, è per Strazzella una grande soddisfazione e la via d’accesso a un mondo altrimenti irraggiungibile per i suoi colleghi di settore.
A parere di Strazzella la “Blockchain e le criptovalute dovrebbero avere un impatto enorme su aree come assicurazioni, servizi finanziari, commercio internazionale, gestione dei trasporti e della catena di approvvigionamento, logistica e trasferimento di valore / asset, tecnologia dell’informazione e della comunicazione (Ict – Information Communication Technology) e tasse. Man mano che i cosiddetti “Smart Contract”, ovvero contratti digitali programmati in Blockchain, e organizzazioni autonome di natura decentralizzata vengono progettati, implementati e resi più comuni, dovranno evolversi quadri giuridici adeguati per gestire aspetti come l’amministrazione, la fiducia, la governance e sue modifiche nel tempo, la proprietà, l’interpretazione, le controversie e eventuali errori di codifica, ognuno dei quali, se non ben gestito, può portare a involontarie e disastrose conseguenze. Queste sono tutte aree di interesse che Angelo Strazzella e i suoi collaboratori conoscono bene”.
Gli sviluppi attualmente in atto nello spazio Fintech, secondo Strazzella, rendono necessarie altre importanti considerazioni, che coinvolgono tecnologie dirompenti, infrastrutture Ict all’avanguardia e nuovi modelli di business. Gli sviluppi in corso nei modelli di business delle Api e dell’economia delle app, la democratizzazione degli strumenti di codifica, la crescente competenza dell’intelligenza artificiale e dell’analisi dei “big data” e i progressi in informatica quantistica presentano anche sfide normative e di mercato uniche. Soprattutto, si trovano ad affrontare tali critiche questioni player come le banche commerciali, d’investimento e di gestione della ricchezza, così come i business basati sul commercio, che, se hanno già fatto i conti in passato con la rivoluzione dell’e-commerce, ora devono confrontarsi con una gestione degli ordini e della catena degli approvvigionamenti che dovranno sempre più essere basate su sistemi automatizzati di Smart Contract e pagamenti digitali su Blockchain.
Per supportare la miriade di esigenze legali e fiscali in questo spazio, Angelo Strazzella ha riunito sotto il nome di Codex un team multidisciplinare che comprende specialisti in ambito di mercati finanziari, servizi societari-commerciali, proprietà intellettuale, temi fiscali e di gestione della conoscenza nell’era digitale. Il gruppo rimane all’avanguardia nello sviluppo di tecnologie e, soprattutto, nell’intersezione di tali tecnologie con la legge, perfettamente guidando i clienti nella sopravvivenza all’impatto che la legge, non ancora ben adattata, potrebbe avere su business basati su tecnologie così dirompenti.
Ecco come Codex, Hbtc e Allinance, insieme e/o singolarmente, aiutano i grandi player di mercato:
– analisi delle opportunità da tutti i punti di vista- In particolare, i fondatori della HBTC, tra cui i tre sopra menzionati e Federico Marini, hanno fatto consulenza già a oltre 150 start-up blockchain e fintech, oltre ad essere essi stessi sviluppatori e fornitori di sistemi e software e a godere dell’appoggio di società affermate, investitori, istituzioni finanziarie, governo e enti pubblici e fornitori di servizi ausiliari. Così, essi riescono a fornire una prospettiva a 360 gradi su realtà commerciali e tecniche, rischi e opportunità in questi settori.
– assistenza durante ‘intero ciclo di vita dei progetti- Tutti e tre insieme formano un team che si avvale di competenze multidisciplinari per assistere i clienti in ogni fase del ciclo di vita aziendale, tra cui gestione dell’innovazione, sviluppo del prodotto, licenze inbound e outbound, protezione e commercializzazione della proprietà intellettuale, sviluppo di nuovi modelli di business, conformità normativa, raccolta di capitali di terzi (pubblici e/o privati), partnership e joint venture, acquisizioni e strategie di exit.
– rapporti con le autorità di regolamentazione e i rappresentanti politici – Codex intrattiene solide relazioni con le più importanti autorità di regolamentazione e con i personaggi più influenti nella politica italiana e europea. Queste relazioni consentono loro di avere un’ampia conoscenza del panorama normativo in evoluzione, ora e in futuro, a livello regionale, provinciale e nazionale e europeo, per aiutare a raggiungere la conformità e mitigare il rischio normativo.
“Intendo dare un mio contributo alla diffusione del paradigma Blockchain in Italia – dice Strazzella – attraverso la diffusione di questa nuova cultura, che vedrà impegnati tutti i più grandi player dell’innovazione mondiale nei prossimi 3/4 anni”.