Angri, sabato collegamento in diretta col Tgr

30
Le telecamere del Tg Itinerante di Rai Tre fanno tappa ad Angri che sarà raccontata in diretta dal Castello Doria sabato 23 gennaio  per l’edizione delle 14 del telegiornale regionale della Campania. Nel corso della puntata, la troupe della Rai – guidata dal giornalista Enrico Deuringer – porterà all’attenzione della vasta platea di telespettatori della regione e non solo, l’eccezionale contesto storico culturale di Angri, nell’Agro Nocerino, terra di transiti e città d’arte, con il Castello, ultima dimora dei Principi Doria, la millenaria Collegiata e il culto di San Giovanni Battista e poi gli itinerari catalano e naturalistico del comprensorio oltre ai numerosi personaggi religiosi e culturali. Durante la trasmissione saranno promosse anche le eccellenze agro alimentari che hanno fatto la fortuna del territorio. Capitale industriale delle conserve alimentari, fra tutti il rinomato pomodoro, la cittadina angrese è riuscita a mantenere inalterata nel tempo, la sua identità agricola e di scambi commerciali. Ampio risalto alle produzioni orticole che  fanno di Angri un riferimento importante con le innovative tecniche di conservazione e distribuzione e poi la metalmeccanica con aziende che operano a livello internazionale. L’attenzione del giornalista Enrico Deuringer sarà rivolta ai piatti della tradizione ed innovazioni in cucina, con interviste agli chef e gestori delle osterie tipiche che da anni sono un riferimento per migliaia di cultori enogastronomici provenienti anche da fuori regione. Il pane di Angri e poi l’artigianato tessile che riporta in auge le antiche manifatture del cotone e della seta. Un territorio tra i più fertili d’Italia e ricco di iniziative culturali e sociali. “Ringraziamo la Rai che ha scelto la nostra città  per esaltare il valore del territorio e facendo  conoscere ai telespettatori il nostro glorioso passato ma anche il presente fatto di impegno e lavoro tenace dei nostri concittadini in diversi arti e professioni ” – dichiara il Sindaco Cosimo Ferraioli . L’intervento di storici e cultori locali consentiranno di valorizzare e promuovere le tante peculiarità del territorio. “Racconteremo l’identità di una terra che ha fatto la sua fortuna con i transiti di popolazioni che l’hanno vissuta nella sua storia millenaria – dichiara il giornalista del territorio Agostino Ingenito – Personaggi illustri, leggende ed itinerari naturalistici e culturali che fanno di Angri un territorio da visitare e conoscere”.