Anicav: Sì ad accordo con i produttori per la campagna 2017

53
“Una chiara pianificazione degli ettari e un’attenta programmazione delle quantità per la prossima campagna rappresentano elementi fondamentali per l’industria di trasformazione del pomodoro”, dichiara Antonio Ferraioli, presidente di Anicav, l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali. “Il nostro obiettivo – aggiunge –  è la definizione di accordi di distretto che siano vantaggiosi per l’intera filiera del pomodoro da industria”. Nel bacino del Nord il confronto con la parte agricola si è già avviato, anche se condizionato da alcune criticità derivanti dalla gestione della scorsa campagna di trasformazione che si riflettono su tutta la filiera. Al Sud il ritardo è sicuramente dovuto all’esigenza di rilancio dello strumento distrettuale, che continua a rappresentare una priorità per l’Industria.

“Come Anicav – prosegue Ferraioli – siamo disponibili ad impegnarci per trovare le migliori intese possibili. Il dialogo con la parte agricola è necessario”. “Nel bacino del Centro Sud, in particolare – afferma il direttore generale di Anicav, Giovanni De Angelis – bisognerà, tutti insieme, lavorare per andare verso l’evoluzione del Distretto in un Organismo Interprofessionale che sia in grado di garantire il rispetto delle regole e degli accordi raggiunti tra le parti”.