Annamaria Colao alla prima edizione del G8 delle diete chetogeniche

148
in foto Annamaria Colao

Un evento eccezionale che vedrà la partecipazione di medici e ricercatori specializzati che arrivano da tutta Italia su un percorso dietoterapico quale quello chetogenico che rappresenta sempre più una valida alternativa per contrastare tutte una serie di patologie che hanno alla base processi infiammatori spesso determinati dall’eccessiva utilizzazione di zuccheri nella nostra alimentazione.
Per la prima volta un importante gruppo di accademici si riunisce per parlare di dieta chetogenica ad altissimi livelli. “Otto aree di discussione con 8 massimi esperti e 8 discussant parimenti qualificati che hanno l’obiettivo di far emergere temi, approfondimenti, dubbi e delucidazioni su tematiche fondamentali per il trattamento di problemi che sempre più riguardano i pazienti” scrive Giovanni Spera – Endocrinologo, già Ordinario di Medicina interna e Presidente del Comitato etico dell’Università La Sapienza di Roma ed attuale Presidente della Società italiana per lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare (SISDCA) – che modererà e coordinerà gli incontri assieme ad Arrigo F.G. Cicero, Presidente SINut e Docente presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Attualmente questo percorso dietoterapico, perché di terapia si tratta, è utilizzato in numerose aree della medicina: dal trattamento del diabete tipo 2 e dell’obesità, a quello della Sindrome dell’Ovaio policistico, dell’epilessia farmaco-resistente, ma anche per l’emicrania, per il Morbo di Parkinson, per il Morbo di Alzheimer, per la sclerosi laterale amiotrofica, per i traumi cranici, come coadiuvante della terapia di alcuni tumori e oltre che per contrastare molte patologie su base infiammatoria, finanche nello scompenso cardiaco.
Gli studi scientifici che sono stati pubblicati negli ultimi anni hanno mostrato che i corpi chetonici possono essere considerati dei veri e propri farmaci antinfiammatori e antiossidanti. Da qui la necessità di fare un refresh scientifico su un tema sempre più vasto e capillare in medicina. Da qui l’esigenza di un confronto ad altissimo livello tra gli specialisti che in attivo hanno importanti pubblicazioni in ambito medico-scientifico proprio sulla dieta chetogenica. Così nasce l’idea di un G8 delle diete chetogeniche.
Facendo seguito ad una serie di corsi di alto livello della Ketogenic Diet Academy, l’appuntamento si svolgerà con il patrocinio ADI, SIE, SISDCA, SIO, SINut a Bologna il 3 novembre 2021. I lavori inizieranno con il tema Inquadramento, indicazioni ed effetti della dieta chetogenica con l’intervento di Felipe Casanueva, che ha collaborato con il Ministero della Salute e Istruzione spagnola ed è stato autore di numerose pubblicazioni scientifiche di alto livello. (Department of Medicine, Endocrinology Section, Santiago de Compostela University. Head of the Endocrinology and Nutrition of the Complejo Hospitalario Universitario de Santiago de Compostela, Spain) e il discussant Luca Busetto, attuale presidente della Società italiana dell’Obesità (SIO), Professore Ordinario presso il Dipartimento di Medicina dell’Università Di Padova e co-presidente della Obesity Management Task Force (OMTF) dell’EASO (Società Europea per lo Studio dell’Obesità) che recentemente ha pubblicato il documento di consensus sulle diete chetogeniche per il trattamento dell’obesità.

Il programma
Obesità e Diabete grazie all’intervento di Lucio Gnessi (Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Fisiopatologia Medica, Scienza dell’Alimentazione ed Endocrinologia. Università di Roma “La Sapienza”, Responsabile del Centro CASCO per l’Obesità) e il discussant Francesco Giorgino (Professore di Endocrinologia Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Past President Società Italiana di Endocrinologia SIE).

Sindrome Metabolica, Malattie flogistiche ed Endocrine. Qui assisteremo ad un interessante dibattito tra Annamaria Colao (Prof. Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Università Federico II di Napoli, titolare di analoga Cattedra UNESCO e Presidente della Società Italiana di Endocrinologia SIE), ed il discussant Lorenzo Donini, Professore Ordinario di Scienza dell’Alimentazione – Unità di Ricerca in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione Umana Università Sapienza di Roma.

Composizione Corporea, Attività Fisica e Sportiva a cura di Antonio Paoli (Professor of Exercise and Sport Sciences. Head, Nutrition and Exercise Physiology Laboratory. Department of Biomedical Sciences. School of Medicine. Rector’s Delegate for Sport and Wellness. University of Padova) pioniere in Italia e nel mondo degli studi sull’uso clinico della chetosi indotta e il discussant Andrea Isidori (Professore Ordinario di Endocrinologia – Dirigente Medico Delegato della Rettrice per il Potenziamento della Ricerca Transdisciplinare nelle Scienze della Salute Responsabile Unità Diagnostica Avanzata in Endocrinologia– Policlinico Umberto I).

La seconda sessione partirà alle 15h00 con l’intervento su Sistema Immunitario e Microbiota di Samir Sukkar ( Responsabile U.O.D. Dietetica e Nutrizione Clinica, Ospedale Policlinico San Martino di Genova e IRCCS per l’Oncologia e la Neurologia, Genova), autore, assieme all’Ordinario di Malattie Infettive Matteo Bassetti di recenti pubblicazioni sul potenziale usi delle diete chetogeniche per controllare la malattia da COVID 19 e la discussant Paola Fiebracci (Dirigente Medico Endocrinologia Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, stretta collaboratrice dell’Ordinario di Endocrinologia Università di Pisa, Prof. Ferruccio Santini, Past President SIO).

I focus

1) Cardiomiopatie a cura di Massimiliano Caprio (Professore ordinario di Endocrinologia, Università San Raffaele di Roma, Responsabile Laboratorio di Endocrinologia Cardiovascolare, IRCCS San Raffaele nonché redattore delle linee guida della SIE sull’uso delle diete chetogeniche) e il discussant Giovanni De Pergola (Professore Associato di Medicina Interna, Università degli Studi di Bari e Responsabile della UOS di Medicina Interna e Geriatria, IRCCS De Bellis, Castellana Grotte, Bari).

2) Malattie Neurologiche di cui ci parlerà Cherubino Di Lorenzo (Dipartimento di Scienze Medico-Chirurgiche e Biotecnologie, Università “La Sapienza” presso Polo Pontino, Latina), estensore del protocollo per la consensuns sul trattamento delle Cefalee con la chetosi indotta, al confronto del discussant Antonio Caretto (Presidente Fondazione ADI, che rappresenta la storica Società di Dietetica, che ha redatto le prime linee guida italiane sulle diete chetogeniche).

La giornata si concluderà con un approfondimento sulle Patologie del sistema riproduttivo a cura di Aldo Calogero (Ordinario di Endocrinologia ed Andrologia del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università di Catania ) che si relazionerà con il discussant Carlo Foresta (Professore Ordinario di Endocrinologia Università degli Studi di Padova Direttore UOC di Andrologia e Medicina della Riproduzione Direttore Banca Crioconservazione dei gameti maschili nonché Membro Consiglio Superiore di Sanità).

L’evento si svolge grazie al contributo non condizionante di New Penta, azienda leader nella gestione del peso ad opera del Clinico. L’azienda lavora costantemente alla promozione di iniziative di carattere scientifico finalizzate all’approfondimento e alla conoscenza della dieta chetogenica nel mondo della nutrizione specialistica.