Anoressia, bulimia, obesità: parlano gli esperti. Confronto in Irpinia col referente del Ministero

63

La Regione Campania con oltre 100 mila casi di anoressia e bulimia, a cui vanno aggiunti circa un terzo dei minori residenti in regione affetti da obesità, è tra le meno virtuose in Italia nella prevenzione e nella cura dei disturbi del comportamento alimentare. Se ne parlerà, domenica 1° marzo (dalle ore 11,30 presso la Cooperativa Sociale Effatà Apriti, in via Annunziata) a Prata di Principato Ultra, in provincia di Avellino. Interverrà Laura Dalla Ragione referente nazionale del Ministero della Salute. All’incontro saranno presenti le associazioni, le istituzioni e i professionisti che si occupano del tema dei disturbi del comportamento alimentare, allo scopo di migliorare la rete regionale di cura e di sostegno.
È stata richiesta la partecipazione all’incontro dei responsabili dei centri pubblici della rete assistenziale della regione Campania per i Dca, tra cui il Centro di riferimento regionale dell’Università Vanvitelli, l’Asl di Avellino, di Napoli (Asl Na1, Asl Na2 Nord e Asl Na3 Sud) Asl Benevento e Asl di Salerno con i referenti della struttura residenziale di nuova attivazione.
“Noi del terzo settore ci troviamo a vivere la situazione drammatica che vivono questi utenti con le loro famiglie e i vuoti o il malfunzionamento dei livelli di assistenza che la sanità pubblica deve ottemperare. Occorre che, per poter sostenere in modo biopsicosociale queste persone si crei una sana, forte e professionale rete di sinergia, con il dialogo, la complementarietà e la responsabilità di tutti – dichiara Padre Livio Graziano, fondatore della Cooperativa Sociale Onlus Effatà Apriti, che ospita l’evento, da anni attivo nel campo della prevenzione e del trattamento dei Dca -: ci auguriamo che all’incontro del 1° marzo vengano tutti gli invitati, pubblici e privati, al fine di realizzare una vera piattaforma di intervento e sostegno»
«Questo incontro tra professionisti, associazioni e istituzioni è fondamentale per favorire la reciproca informazione tra chi si occupa di queste malattie e le famiglie. I professionisti e i cittadini chiedono alle istituzioni locali la massima trasparenza, competenze ed esperienze certe degli operatori e un sistema di comunicazione pubblica efficace e tempestivo” afferma Alessandro Raggi, psicologo psicoterapeuta referente Siridap in Campania (Società Italiana di Riabilitazione Interdisciplinare Disturbi Alimentari e del Peso) e responsabile scientifico di PsicoTerapicaMente.
Giuseppe Rauso presidente di Consult@Noi, associazione nazionale di familiari e pazienti, e fondatore dell’Associazione Emmepi 4ever in ricordo della figlia Maria Paola, morta a causa della battaglia contro i disturbi del comportamento alimentare dichiara: “Diverse realtà campane che si occupano di Dca si incontrano per dare dignità a tutti quelli che combattono contro i Dca e per non dimenticare molti giovani che hanno perso la battaglia contro questo mostro invisibile che continua a mietere vittime”.