Antonio D’Amato eletto membro togato del Csm

60
In foto Antonio D'Amato

Antonio D’Amato è uno dei due nuovi componenti togati il Consiglio Superiore della Magistratura (l’altro è Nino Di Matteo). Originario di Torre del Greco (Napoli), D’Amato inizia la carriera a Palmi (Reggio Calabria), dove trova Agostino Cordova come procuratore. I due lavorano insieme anche alla Procura di Napoli, dove proprio Cordova diventa il capo. Nel suo curriculum figurano anche esperienze al ministero della Giustizia e al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Successivamente è stato nominato procuratore aggiunto a Santa Maria Capua Vetere (Caserta).