Antonio Parente nuovo amministratore unico di Ferrovie della Calabria

781
In foto Antonio Parente

Antonio Parente è stato nominato amministratore unico di Ferrovie della Calabria. Nativo di Montemiletto (Avellino), ma residente a Montefusco, sempre in Irpinia, Parente vanta diverse esperienze in campo ferroviario, all’età di 43 anni è stato tra i più giovani direttori generali d’Italia, ha avuto la guida della Direzione delle Infrastrutture e del Trasporto ferroviario presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Voluto dal presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e dall’assessore ai Trasporti, Roberto Musmanno, Parente è stato chiamato ad un impegno importante vista la qualità del servizio della ferrovia calabrese che annovera 800 dipendenti e fattura un capitale da 60 milioni di euro annui. La rete calabrese, inoltre, gestisce oltre 200 Km di linea ferrata, ma anche 117 linee automobilistiche, con una rete servita di oltre 5000Km sulla quale sono svolti servizi per oltre 11 milioni di autobus Km annui .
Parente ricopre attualmente il ruolo di direttore generale presso la Direzione Generale per il Trasporto stradale e per l’Intermodalità del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed ha una esperienza pluriennale nel settore dei trasporti, in particolare dei trasporti ferroviari. Ha ricoperto diversi ruoli all’interno del MIT, operando anche come direttore generale della Direzione Generale per il Trasporto e le Infrastrutture ferroviarie e precedentemente come capo della Direzione Generale per il Trasporto Ferroviario.
Esperto di normativa nazionale e comunitaria in materia di trasporto ferroviario, Parente è stato insignito dell’Elogio del Sottosegretario di Stato presso il Ministero dei trasporti “per l’attività svolta quale titolare di posizione organizzativa per l’attuazione del decentramento amministrativo nel settore dei trasporti ferroviari di interesse locale”.