Apprezzare e ringraziare

26

Greta Thunberg, icona mondiale per il suo impegno contro i cambiamenti climatici, continua la sua battaglia indipendentemente dalle tante avversità quali il sistema, i suoi limiti e le persone che la giudicano per la sua troppa foga.
C’è una frase esemplificativa che vuole spiegare questo atteggiamento negativo da parte di chi le rema contro: ‘’La ragazzina di 16 anni che sta provando a rendere il mondo un posto migliore vi fa rosicare perché vostra figlia a 16 anni vuole fare l’influencer e mette le foto del sedere su Instagram con su scritte le frasi di Giulia De Lellis’’.
Non è un’ipotesi del tutto infondata poiché proprio a causa dei principi sbiaditi di questa generazione è così difficile seguire il pensiero di Greta, tanto quanto è difficile che lei possa perseguire il suo obiettivo.
La superficialità dei social si scontra con fenomeni che superficiali non sono e occorre verificar se alla lunga sapranno tenere il passo.
In altre parole, il cambiamento che la battaglia di Greta sta provocando in molto giovani sarà temporaneo o permanente? La cosa sicura è che in questo momento si predilige ‘’l’effetto solo’’, il che vuol dire che si tende a porre attenzione a un evento diverso dal solito – in questo caso di una ragazza che cerca di farsi valere per qualcosa di vitale importanza – ma senza rendersi conto che dare attenzione a qualcosa o a qualcuno non presuppone avere o farsi un’idea del fenomeno che si osserva.
Sappiate apprezzare chi cerca di rendere il mondo un posto più vivibile per tutti piuttosto che invidiarne impegno e ringraziate chi fa il lavoro al posto anche al posto vostro.