Approvato bilancio di previsione 2015

31

Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Pietro Foglia, approva (presenti 44, votanti 44, favorevoli 33, contrari 11) a maggioranza il Bilancio regionale per Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Pietro Foglia, approva (presenti 44, votanti 44, favorevoli 33, contrari 11) a maggioranza il Bilancio regionale per l’anno 2015 e pluriennale 2015/2017. Presenti ai lavori il Presidente della Regione Stefano Caldoro, il vice presidente Ugo Trombetti e gli assessori regionali Pasquale Sommese, Bianca D’Angelo, Caterina Miraglia, Daniela Nugnes e Gaetano Giancane. La manovra di Bilancio è stata introdotta all’esame dell’Aula dal Presidente della Commissione regionale Bilancio Massimo Grimaldi (Caldoro Presidente). “Il Bilancio è arrivato in ritardo perché il Parlamento si è attardato nella approvazione della Legge di Stabilità, punto di riferimento fondamentale per avere certezza delle risorse disponibili, ed è una legge formale più che sostanziale perchè, quest’anno, è privo di Legge Finanziaria e, per questo motivo, non è stato possibile dare vita ad audizioni, come di consueto, e la Commissione ha dovuto esaurire il proprio lavoro in tempi brevi. Sarà possibile, probabilmente a fine gennaio, approvare un Collegato, quale legge programmatica di accompagnamento per arricchire il Bilancio e mettere in campo norme per favorire sviluppo e occupazione”. All’intervento del presidente della Commissione regionale Bilancio segue quello dell’assessore regionale al bilancio Gaetano Giancane che sottolinea: “il bilancio è stato approvato alla luce delle modifiche normative definite negli ultimi giorni a livello centrale e risente dei continui tagli operati dallo Stato a carico delle Regioni. Nonostante ciò, la Giunta, in continuità con gli anni scorsi, ha ritenuto di non ricorrere all’aumento dell’addizionale Irpef anche nel 2015, al fine di non aggravare la situazione economica dei contribuenti campani. Anche quest’anno il bilancio si presenta in modo rigoroso per la necessità di far fronte al pagamento dei debiti strutturali contratti in passato”. Dopo gli interventi di Grimaldi e Giancane, via al dibattito con l’intervento del capogruppo del Pd Lello Topo che sottolinea: “il Consiglio approva in ritardo la manovra di bilancio e, rispetto al dinamismo che il Paese sta vivendo con il nuovo Governo, la Regione Campania resta sullo zero a zero, con una maggioranza incapace di porre in essere scelte capaci di ridare fiato all’economia e all’occupazione. Rispetto ad un Paese che sta correndo e cerca di uscire dalla crisi e di rilanciare se stesso, la Campania si accontenta di un mero pareggio. Troppo poco per una grande regione come la nostra che merita tutt’altra guida politica”. “Sono ben diciotto le sedute di Consiglio andate deserte nell’ultimo anno, ricorda il capogruppo del Psi Corrado Gabriele, per il quale “questa è una legislatura iniziata male e finita peggio e che non ha impresso alcuna sostanziale azione positiva per questa nostra regione tanto che, dopo questo sostanziale fallimento politico, il Presidente Caldoro ha lanciato la proposta dello scioglimento delle Regioni” – conclude Gabriele che lancia una provocazione alla propria coalizione: “il centrosinistra continui come fatto fino ad oggi, niente opposizione e niente presentazione alle prossime elezioni per far vincere, senza concorrenti, il centrodestra. Del disastro campano saranno tutti corresponsabili”. Il bilancio di previsione complessivamente è di 18,8 miliardi di euro da cui bisogna sottrarre l’importo di circa 4,8 miliardi per partite di giro ed anticipazioni di tesoreria, attestandosi in effetti a poco più di 14 miliardi di euro. Se si considera che la quota vincolata alla sanità è stimata in quasi 10,3 miliardi, residuano circa 3,7 miliardi di euro da destinare alle attività istituzionali della Regione, comprensive anche del pagamento dell’indebitamento. Il Consiglio approva anche il Bilancio del Consiglio Regionale della Campania (hanno partecipato alla votazione 39 consiglieri di cui 38 favorevoli e un astenuto, la consigliera di Idv Anita Sala) “che – sottolinea il Presidente della Commissione regionale Bilancio Massimo Grimaldi – ha ulteriormente ridotto i costi per il proprio funzionamento facendo seguito all’azione virtuosa già intrapresa da inizio legislatura ad oggi”.