Aprire agenzia in franchising: trend 2021 nel settore immobiliare

191

Le reti di franchising attive in Italia ammontano a 980, secondo l’ultimo rapporto stilato da Assofranchising relativo al trend nel 2019. Di queste reti ben 880 sono di matrice italiana, segno inequivocabile del trionfo di questo settore nel panorama dell’imprenditoria nazionale.

In un mercato sempre più competitivo e di difficile accesso, un modello economico basato sul risk sharing sembra la via più praticabile. Il vivo interesse per questo tipo di business è comprovato anche dal numero crescente di ricerche sul web relative a come aprire un franchising agenzia immobiliare. Sono sempre di più quindi gli italiani interessati a questo tipo di imprenditoria.

In merito ai settori più richiesti, spicca soprattutto quello immobiliare che risulta essere il più vantaggioso in termini di agevolazioni.

Tra queste segnaliamo il basso investimento iniziale (minore di 20000 euro) e la fee di ingresso, che è decisamente contenuta poiché prevede importi inferiori ai 5.500 euro.

In questo contesto si è distinta particolarmente Dove.it, la rete di agenzie immobiliari che non richiede, invece, alcuna fee d’ingresso per l’apertura di un franchise. Il costo a carico dell’imprenditore riguarda soltanto le spese dell’ufficio quali affitto e utenze e le retribuzioni agli eventuali collaboratori.

La struttura di un franchising si rivela vincente in quanto tutte le principali decisioni, strategiche e di marketing, sono prese dall’alto e gestite in modo che le singole sedi possano concentrarsi solamente sull’attività di vendita.

Nel caso del franchising immobiliare, i consulenti ricevono pieno supporto per il branding o rebranding dell’ufficio e vengono affiancati nella formazione per sviluppare il mercato nell’area scelta.

L’obiettivo è quello di riuscire a lavorare in maniera libera e autonoma avendo alle spalle l’assistenza di un sistema centralizzato che fornisce gli strumenti giusti per operare al meglio. Infatti ci sono due elementi strategici a livello centrale che rendono il lavoro con questo innovativo franchising immobiliare particolarmente interessante.

Uno riguarda la presenza di una squadra di marketing che aiuta nel creare il parco clienti, facendo promozione e che si occupa della preparazione e pubblicazione di tutti gli annunci sui portali. L’altro elemento è dato dal call center generale che gestisce in maniera efficiente le chiamate dei clienti.

Il focus di mercato di Dove.it è attualmente sulle abitazioni private con libertà territoriali, non ci sono limiti di zona in cui si può intervenire. In aggiunta a questo il contratto di franchising non pone ostacoli alla possibilità di lavorare in maniera autonoma anche sulla compravendita di immobili commerciali e sugli affitti.