Archeologia, dopo 30 anni apre la Casa del Bicentenario: sarà un cantiere open

110

Dopo più di 30 anni apre al pubblico il Cantiere open della Casa del Bicentenario: i visitatori potranno accedere alla dimora per entrare in alcuni ambienti di un gioiello di vita domestica antica, nonché laboratorio di conservazione per il futuro. Dopo il successo delle precedenti esperienze, diventa stabile il progetto di condivisione del dietro le quinte dei cantieri di conservazione messo in atto dal Parco Archeologico di Ercolano. L’appuntamento è per le 11 del prossimo 23 ottobre al Decumano Massimo. Il progetto è condotto congiuntamente dal Parco Archeologico di Ercolano, il Parco Archeologico di Pompei, l’Herculaneum Conservation Project e il Getty Conservation Institute. Il taglio del nastro avverrà alla presenza del direttore generale del Grande Progetto Pompei, Mauro Cipolletta; del direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, Massimo Osanna; del direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Sirano; del sindaco del Comune di Ercolano, Ciro Buonajuto; del presidente dell’Istituto Packard Beni Culturali, Michele Barbieri; di Jane Thompson conservatore restauratore e responsabile dell’Herculaneum Conservation Project. I lavori saranno chiusi dal ministro per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, Dario Franceschini. Dopo la conferenza stampa, i giornalisti potranno visitare gli ambienti resi finalmente fruibili della Casa del Bicentenario guidati dai principali attori che ne hanno curato la rinascita. Il Cantiere open della Casa del Bicentenario sarà aperto stabilmente al pubblico del Parco a partire dal 24 ottobre.