Archeologia, Pompei omaggiata dai Simpson. E in Rai è boom di ascolti per Alberto Angela

252

Nonostante le ricadute negative dell’emergenza Covid sul turismo e sul settore della cultura in termini di accessi a musei e parchi archeologici, Pompei continua a spopolare sui social e in tv. In particolare, questa settimana due eventi televisivi hanno celebrato il fascino della città sommersa dalla lava.
Disegnatori e sceneggiatori dei Simpson, nella puntata della 17esima stagione della saga cartoon (in onda per la prima volta nel 2007 sulla tv italiana), hanno voluto “spedire” la popolare famiglia americana guidata da Homer e Merge proprio in Italia in visita agli scavi di Pompei. Una scelta che viene sottolineata con piacere anche dal ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini: “Fumetti, i Simpson arrivano a Pompei e diventano calchi: il disegnatore Groening omaggia l’Italia” twitta l’esponente del governo Conte riprendendo un approfondimento del Messaggero.
Che Pompei sia un grande attrattore anche sui canali digitali lo dimostra anche la replica dello speciale di Alberto Angela “Stanotte a Pompei” andato in onda su Rai1 lo scorso 9 dicembre. La puntata infatti si è aggiudicata la prima serata con 3 milioni 597mila spettatori e il 15.64% di share battendo su Canale 5 il terzo appuntamento della fiction “Il Silenzio dell’Acqua 2” (2 milioni 201mila spettatori e 10% di share). È possibile rivedere lo speciale sul web attraverso il sito Raiplay (https://www.raiplay.it/video/2020/12/Stanotte-a-Pompei-c8e57a7c-9cee-4cc1-bbc3-33c7bbc6898e.html).