Archeologia, sensazionale scoperta a Ercolano: ritrovato lo scheletro di un fuggiasco

35

Lo scheletro di un uomo di mezza età è stato trovato nell’area archeologica di Ercolano nella zona delle fornici. Lo scheletro presenta mutilazioni. Le fornici sono ricoveri per le imbarcazioni nell’area in cui la città antica aveva il fronte mare. Qui sono già stati trovati molti scheletri di abitanti di Ercolano che hanno cercato rifugio e forse un passaggio via mare per la fuga durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. che devastò la piana di Pompei.
Lo scheletro è stato trovato nel corso degli scavi archeologici e dei restauri per la sistemazione e l’apertura al pubblico dell’antica spiaggia, progetto condiviso con il Packard humanities Institute; era seppellito sotto il flusso piroclastico che forma il terrapieno antistante la città, di fronte ai fornici, nella spiaggia antistante l’area in cui arrivava in età romana il mare. Lo scavo è di archeologi del parco in collaborazione con quelli delle Haerculaneum conservation Project del Packard humanities Institute.