Architetti, parte a Napoli il progetto di ricerca sul “food design”

61
 
Adi, Associazione per il Disegno Industriale, e l’Ordine degli Architetti Ppc di Napoli e Provincia danno vita a un progetto di ricerca e networking della durata di tre anni, sui temi del design per la sicurezza alimentare nel Mediterraneo: Food Design and Food Security, un’iniziativa che non si rivolge solo ai designer e agli accademici, ma intende coinvolgere direttamente anche produttori, policy maker e istituzioni. L’idea è quella di raccontare e dimostrare concretamente come il design possa fornire soluzioni concrete per facilitare l’accesso al cibo. L’iniziativa, che verrà illustrata nei dettagli domani a Napoli, prevede tre tavoli di lavoro, dai legami al territorio alla food security, con l’indicazione dei ruoli e gruppi di azione. Il confronto avverrà anche sulla stesura di un Manifesto dedicato ai più piccoli. La prima Conferenza Europea sul Food Design, organizzata dall’Adi a Milano in occasione dell’Expo 2015, trova dunque un seguito a Napoli: il dialogo sul progetto agroalimentare si amplia dall’Italia ai paesi dell’area Euro-Mediterranea con la partecipazione di rappresentati di molti Paesi tra i quali Israele, Libano, Iran, Egitto, Francia e Italia. “Il convegno del 2015 aveva carattere esplorativo”, spiegano alla Commissione Food Design dell’Adi. “Si proponeva di aprire un dibattito internazionale sui potenziali campi di applicazione del food design, e ha creato un terreno comune per far dialogare impresa e accademia, istituzioni e ricercatori internazionali”.