Aree marine protette: risorse dalla Regione

46

La Regione Campania stanzia 184 mila euro per le sei aree marine protette. I fondi serviranno a finanziare un piano complessivo di manutenzione, pulizia La Regione Campania stanzia 184 mila euro per le sei aree marine protette. I fondi serviranno a finanziare un piano complessivo di manutenzione, pulizia e monitoraggio delle aree naturali a sostegno della tutela dell’ambiente marino costiero e dell’incremento del flusso di visitatori. “E’ un importante segnale di attenzione verso questi importanti siti naturali la cui competenza gestionale è in capo al ministero dell’Ambiente”, commenta l’assessore all’Ambiente Giovanni Romano. Che aggiunge: “Attraverso una serie di incontri con i gestori abbiamo preso atto della rilevante valenza naturalistica ed ambientale dei siti protetti e delle difficoltà che caratterizzano l’ordinaria gestione degli stessi. In tal modo intendiamo offrire un concreto aiuto per migliorare le azioni di salvaguardia e di fruizione turistica delle aree protette. Le risorse stanziate serviranno, infatti, a migliorare le dotazioni strumentali e gli interventi di pulizia delle coste nell’ambito della più complessiva strategia dell’Amministrazione regionale per la valorizzazione della risorsa-mare”, conclude Romano. Le risorse Questi gli stanziamenti in dettaglio per i 4 enti gestori: Area Marina Protetta Regno di Nettuno: 60 mila euro per monitoraggio ambientale e raccolta rifiuti galleggianti, pulizia aree portuali turistiche; Area Marina Protetta Punta Campanella: 54 mila euro per monitoraggio ambientale e raccolta rifiuti galleggianti, pulizia rivoli vernotici; Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano: 50 mila euro per pulizia delle coste delle Aree Marine Protette Punta Licosa, e Costa degli Infreschi e della Masseta; Soprintendenza Archeologica Speciale di Napoli e Pompei: 20mila euro per cartellonistica informativa e azioni di prevenzione per le Aree Marine Protette Parco Sommerso di Baia e Parco Sommerso di Gaiola.