Argentina, c’è ancora una speranza per gli Ottavi

29

di Diego Pantani

Qualificazione dell’Argentina appesa ad un filo e un paese rimasto letteralmente scioccato dopo il 3-0 subito con la Croazia. Parte forte la Croazia e già al 4’pt va vicina al vantaggio, ma su un tiro di Perisic, Caballero riesce ad intercettare la palla. Al 30’pt è invece Perez a non riuscire a portare avanti l’albiceleste, perché  non sfrutta l’indecisione tra Subasic e Vida, e quasi a porta vuota, calcia il pallone fuori. La Croazia gioca più libera mentalmente e difatti, al 56’st, Caballero, su retropassaggio di Mercado, la combina grossa, svirgolando la palla verso Rebic, che con un pallonetto sblocca il risultato con l’1-0. Sampaoli a questo punto pesca dalla panchina Higuain e Pavon per Aguero e Perez, ed è al 63’st,è proprio il Pipita a regalare un assist per Pavon, ma il suo tiro viene ribattuto da un difensore croato. Messi trotterella in mezzo al campo senza mai riuscire ad essere pericoloso, così all’80’st la Croazia chiude i giochi con una prodezza di Modric,  che con un destro dai 25 metri, fa secco Caballero. L’Argentina è distrutta e subisce anche il terzo gol in contropiede con il solito Modric che serve al centro Rakitic, che mette anche lui la firma sul 3-0  finale. Termina la partita con l’Argentina con possibilità di qualificazioni quasi nulle, ora ci si aspetta un processo a Sampaoli e critiche un po’ verso tutti perché il popolo argentino, molto affezionato alla propria nazionale, si sente quasi tradito perché era lecito aspettarsi molto di più da questa squadra.