Argentina, il gruppo milanese Techint si aggiudica i primi 220 chilometri del Gasdotto di Vaca Muerta

58
(foto da profilo Facebook di Techint)

Techint, gruppo siderurgico fondato a Milano nel 1945 e con sede a Buenos Aires, si è aggiudicata l’appalto per la costruzione dei primi 220 chilometri del Gasdotto Néstor Kirchner, che collega il giacimento di Vaca Muerta, nella Patagonia settentrionale, col sud della provincia di Buenos Aires.L’offerta, secondo la stampa locale, supera i 61 milioni di dollari. A Techint era stata aggiudicata già la gara per la fornitura delle condutture attraverso la sua controllata Tenaris, che consegnerà alla compagnia statale incaricata dei lavori, Enarsa, 588 chilometri di tubi da 36 pollici per un valore di circa 500 milioni di dollari. Ora Techint, insieme all’argentina Sacde, ha presentato la propria offerta per il secondo tratto del gasdotto, la cui costruzione è considerata “strategica” da parte del governo argentino. Quello di Vaca Muerta infatti è uno dei giacimenti di gas scisto più grandi del mondo, grazie al quale Buenos Aires pretende ridurre la propria dipendenza da Bolivia e Cile entro il 2023.