Argentina, Mondiale già in salita

27
In foto Leo Messi

di Diego Pantani

L’Argentina stecca la prima del Mondiale, così come Messi, stella dell’Albiceleste, che con la maglia della Nazionale stenta a brillare. La squadra di Sampaoli illude andando in vantaggio al 18’pt con Aguero, che con un sinistro angolato realizza l’1-0. L’Islanda dimostra di essere un collettivo molto tosto ed al 22’pt trova il
pareggio con Finnbocasson,bravo ad inserirsi su una respinta di Caballero su un cross di Sigurdsson. L’Argentina subito il pareggio trova difficoltà a creare occasioni perché l’Islanda chiude bene tutti gli spazi; la svolta della partita ci sarebbe al 62’st, quando Magnusson interviene su Meza e l’arbitro decreta calcio di rigore , ma
Messi non riesce a sbloccarsi lasciandosi ipnotizzare da Halldorsoon, sicuramente tra i migliori in campo. L’Argentina sostenuta anche da Maradona sugli spalti, tenta l’assalto finale con Messi, che solo all’80’st fa una giocata delle sue, ma il suo sinistro esce fuori di pochi centimetri. All’82 Sampaoli si gioca la carta Higuain per Meza,
ma è Pavon anche lui subentrato nella parte finale del match a Di Maria, ma sul suo destro all’angolino Halldoorsoon riesce a distendersi in corner. Finisce dunque 1-1 la partita sorprendentemente, con l’Argentina che non potrà più sbagliare nel prossimo incontro contro la Nigeria , mentre l’Islanda conquista il suo primo storico punto nelle fasi finali di un Mondiale.